Cult

Il ritorno a James Bond e a Goldfinger

di Paola Corapi - 23 Febbraio 2021

The Goldfinger files in prossima uscita. Steidl pubblica foto inedite e sceneggiatura dattiloscritta.

James Bond, personaggio interpretato da Sean Connery,non ha certo bisogno di presentazioni e nemmeno Goldfinger (1964), forse il più classico e conosciuto film sulle avventure di Bond e indubbiamente quello che sancisce l'inizio della Bondmania degli anni '60. L'editore Steidl ristampa, in ogni caso, un libro dal titolo The Goldfinger Files, in prossima uscita in lingua inglese, pubblicando molto materiale inedito tra cui fotografie e sceneggiatura originale dattiloscritta.

The Goldfinger Files è una storia illustrata delle scene iconiche del film girate nella Valle di Urseren in Svizzera, coronate dall'inseguimento con l'Aston Martin carica di gadget di Bond.

Per massimizzare la pubblicità del film, i suoi realizzatori hanno invitato, seppur sia inconsueto, giornalisti e fotografi sul set, ottenendo una vasta gamma di fotografie, tra le più famose quelle di Hans Gerber, Josef Ritler e Erich Kocian. Sono proprio questi autori a rappresentare una visione inedita della famosa sequenza: la Rolls-Royce di Goldfinger sulla polverosa strada di montagna, il fallito tentativo di omicidio di Tilly Masterson, l'inseguimento tra la sua Mustang e l'Aston Martin e infine la fabbrica di fonderia di Goldfinger. Dozzine di immagini private che rivelano candidi momenti dietro le quinte completano questo flipbook documentario sulla cultura dell'epoca d'oro di James Bond.

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche

Style

Tant qu’il y aura des Hommes

Una luce in fondo al tunnel. Quella della prossima stagione fredda di Fendi è una collezione che affida a ogni singolo capo la capacità di scrivere un futuro fatto di umanità e colore.