Cult

Nicola Manna, giovane art dealer tra mediazione e fruizione

di Paola Corapi - 18 Novembre 2020

Formare e coinvolgere i collezionisti di domani: è questo l’obiettivo di Nicola Manna, fondatore del progetto Nicola Manna Modern and Contemporary Art.

Collezionare arte significa anche prendere parte attivamente al sistema internazionale del mondo dell'arte, contribuendo a farlo evolvere.

Il mestiere dell’art dealer prevede ancora dinamiche analogiche, fatte di costruzione di contatti personali e partecipazione alle fiere di settore.

Il mio scopo è soprattutto quello di arrivare a coinvolgere un numero sempre più alto di nuovi collezionisti giovani, che vogliono cominciare a far parte del mondo dell’arte.

Questi i presupposti di Nicola Manna, giovanissimo art dealer: aiutare i giovani professionisti, potenziali collezionisti, a comprendere quanto sia importante entrare a far parte di questo sistema per la vita culturale ed economica del proprio Paese.

Un altro aspetto fondamentale di questa professione è quello dell’advisory, ovvero consigliare gli acquisti come forma di investimento. Per investire bene è necessario diversificare, e l’arte è proprio uno dei target principali a cui rivolgersi.

Per farlo, la gallery online di Nicola Manna è un punto di partenza, mentre quello di arrivo è avere uno spazio espositivo fisico. Sembra un paradosso pensare di comunicare con giovani aspiranti collezionisti attraverso il digitale, ma è l'unico modo efficace. Parlare di analogico attraverso il digitale, offrire le informazioni utili e gli strumenti attraverso i quali tutti possono accedere al mondo del collezionismo, come la frequentazione delle fiere.

Da sempre si parla di fruizione dell'arte sentendo la necessità di renderla più accessibile. Il progetto di Nicola Manna non solo si pone il tema, ma usa gli strumenti di comunicazione per indicare in modo concreto il giusto metodo con cui raggiungere l'obiettivo. Una sorta di guida virgiliana per formare e coinvolgere i collezionisti di domani, indicando la duplice portata della scelta di entrare nel sistema dell’arte.

Uno degli aspetti più stimolanti di questo lavoro è la possibilità di entrare in contatto diretto con gli artisti o con i loro archivi e approfondire i retroscena della storia dell’arte: vedere come un artista lavora, capire a fondo il suo pensiero, la sua ricerca e la sua etica.

Affiancare, dunque, a un valore così alto un business altrettanto stimabile.

Nicola Manna (su Instagram @nmanna_art) nasce a Monza nel 1994. Cresce seguendo il padre alle fiere d’arte alimentando così la sua passione per l’arte come forma di espressione culturale, ma soprattutto come oggetto di collezionismo. Consegue una laurea triennale in Filosofia e una magistrale in Storia e Critica dell’arte. Inizia poi a consolidare rapporti con galleristi, mercanti e artisti. Dopo un anno di collaborazioni varie decide di progettare il suo sito in veste di galleria virtuale. Nasce quindi la Nicola Manna Modern and Contemporary Art.

tag
arte

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche