THIBAULT OBERLIN

THIBAULT OBERLIN

Il ritorno (ma i più attenti sanno che non se ne è mai davvero andato del tutto, semplicemente ha voluto fare altre esperienze) di un volto icona della bellezza e dell’eleganza maschile più classica. Quella che non è mai fuori moda

di Paolo Lavezzari

Entrato nel fashion world nel 2005 (con l’esordio exploit sulla passerella di Givenchy) Thibault Oberlin è stato per 15 anni almeno un incontrastato top model amatissimo da tutte le grandi griffe per adv e sfilate, per la sua prestanza innata, mai ostentata né tantomeno costruita. Poi, a un certo punto, lasciata l’Europa per approdare in California e cimentarsi in nuove avventure, ha a lungo lavorato nel fantasmagorico Googleplex, l’headquarter di Google, nella contea di Santa Clara, non distante da San Francisco. Dei perché e percome poco ci interessa: tra le varie doti di questo oggi 36enne, solo la riservatezza è pari alla prestanza, e va rispettata. Di nuovo sul Vecchio Continente, lo abbiamo voluto per una nostra cover. Come dire: un grande classico non sa cos’è il tramonto.

Maglione e cappello Loro Piana
Giacca, dolcevita e pantaloni Dolce&Gabbana, stivali vintage
Giacca Hermès, maglia Bikkembergs, dolcevita Puma x Palomo, pantaloni Gimo's
Piumino Marciano by Guess, polo Puma x Palomo, shorts e leggins Dsquared2
Montone, shorts, leggins e calze Dsquared2, maglia Bikkembergs, stivali Geox
Cardigan Avant Toi
Giacca e pantaloni Giorgio Armani
Piumino BPD, giacca Briglia 1949
Giacca Gimo's, felpa, camicia e pantaloni Paul & Shark
Cappotto, giacca, pantaloni e scarpe Fendi

In apertura piumino Geox, giacca e pantaloni Briglia 1949

Photos by Carlotta Manaigo, styling by Nicolas Klam, Grooming: Jorge Morandeira. Fashion contributor: Valentina Volpe. Styling assistant: Fayma Houlame. Location: Institute Suedois (paris.si.se). Catering: Soya Cantine Bio (soya-cantine-bio.fr).