Travel

Lucca Comics 2018: dove andare, cosa fare e vedere

di Rita Bossi - 19 Ottobre 2018

Dal 31 ottobre al 4 novembre la città ospita la fiera dedicata al fumetto, all’animazione, ai giochi. Piazze gioiello, soste in antichi caffé e botteghe artigiane che sembrano piccoli musei: ecco qualche indirizzo

E' speciale Lucca e lo diventa ancor di più durante il Comics & Games. Tranquilla, raffinata, a misura d'uomo. Perfetta da scoprire in bici, noleggiata in piazza Santa Maria o in piazzale Verdi, pedalando sulle mura cinquecentesche, oggi parco cittadino, tra grandi tigli. O lungo le vie strette che, all'improvviso, si aprono in piazze-gioiello, torri rimaste intatte da mille anni, chiese romaniche e basiliche monumentali. Ma non solo arte e storia: a cavallo tra ottobre e novembre si trasforma nel regno dei fumetti, giochi, cinema e letteratura fantasy. Il tema dell'edizione 2018 di Comics & Games è Made in Italy: il maggior festival dell’immaginario pop dell’Occidente celebra gli autori del fumetto, gli artisti, i game designer, gli animatori e i creatori di contenuti che ogni giorno portano oltre i nostri confini la scintilla dell'inventiva e dell'innovazione italiana. Tantissimi gli appuntamenti, ma da non perdere quello con l'attore statunitense Nicholas Brendon conosciuto principalmente per il ruolo di Xander Harris nella serie televisiva Buffy l'ammazzavampiri.

Arte e location da film
Pedalando da piazza Santa Maria verso la centrale via Fillungo dove si affacciano la basilica romanica di San Frediano e piazza dell'Anfiteatro, ovale, abbracciata da case color pastello, simbolo della città. Vicino, Palazzo Pfanner, vecchia dimora dei mercanti lucchesi, con splendido giardino all'italiana, set di Ritratto di signora di Jane Campion, con John Malkovich e Nicole Kidman. Tante le residenze nobiliari: Villa Buonvisi Bottini, Villa Guinigi, Palazzo Mansi, e Palazzo Ducale, ex dimora di Elisa Bonaparte.

Andar per botteghe
E' la zona della cattedrale romanica di San Martino la più animata durante il tradizionale mercatino dell'antiquariato (terzo weekend del mese). Tappa da Tessuti e vissuti (www.tessutievissuti.it), giovani designer rivisitano vecchi arredi e creano accessori floreali con sete e velluti. Vicino, L'Angolo di Santa Maria Novella, fragranze, tisane e 'Segreti di Lucca', linea olfattiva dedicate a Puccini. Per i più golosi c'è Chocolat: oltre ai tradizionali cioccolatini, quelli al rum e al peperoncino. Sosta obbligata da Taddeucci per il buccellato, dolce a base di uva, amato da Carlo d'Inghilterra; pani di ogni tipo e focaccia top da Giusti, panificio storico della città da gustare caldi e appena sfornati!

La buona tavola 
La Buca di Sant'Antonio resta ancora il miglior ristorante del centro gestito da Giuliano Pacini, big della cucina toscana. Pasta casareccia e piatti lucchesi tra ampolle e paioli appesi al soffitto in un ambiente rustico-elegante. Gli Orti di Via Elisa fanno piatti della tradizione ben preparati e serviti in un ambiente giovane ma elegante gestito da Samuele Cosentino; da Il Mecenate invece, è tutto rigorosamente a chilometro zero. Mentre per un drink il Vinarkia nella centralissima via Fillungo è un'enoteca molto carina. Sempre in questa via si trova Di Simo, storico caffé amato già da Puccini (si dice che abbia composto qualche lirica seduto a uno dei tavoli della saletta nel retro), Quasimodo e Ungaretti.

Dove dormire 
Il riposo ideale si trova tra le stanze super lussuose del San Luca Palace, 4 stelle superior di grande charme, all'interno delle antiche mura nel centro storico. Fuori Lucca, a Capannori, sorge un b&b, ex-casa colonica dei primi del Novecento: Il Ruscello di Giava con 5 camere graziosissime dai colori decisi  glicine, arancio, giallo, blu e ciliegia – sono i nomi delle stanze, caratterizzate da mattoni e travi di legno originali oltre che da dondoli e amache di design. L’accoglienza è curata direttamente dalla padrona di casa che prepara la tavola della prima colazione con frutta di stagione, yogurt, torte e marmellate. Dal qui partono una serie di sentieri e passeggiate nel verde, tra boschi e pianori silenziosi, da percorre a piedi o in bicicletta, fino ad arrivare alle spiagge della Versilia o nelle vicine Lucca (4 km) e Pisa (15 km).

Lexus, Auto Ufficiale della 77esima Mostra del Cinema di Venezia

La casa automobilistica giapponese è stata per il quarto anno consecutivo l'Auto Ufficiale del Festival, ma non solo. La Mostra è stata anche l'occasione per presentare in anteprima nazionale due nuovi gioielli: UX 300e - la prima vettura elettrica Lexus - e LC 500 Convertible.

Vedi anche

Cult

Letture per il presente: l'autunno

Torna l'appuntamento mensile dedicato ai consigli letterari. Un periodo incerto, in cui cambiano velocemente l'umore, il tempo, le intenzioni. Questa volta parliamo dell'arrivo dell'autunno. E di come affrontarlo con una buona lettura.