Travel

Maldive, i prossimi sogni

di Antonella Tereo - 5 Febbraio 2021

Sette nuovi resort che apriranno in questo 2021 (e sfideranno le nostre tentazioni di viaggio)

Atolli, acque cristalline e relax senza costrizioni....

Fra i sogni dei viaggiatori più audaci ed esigenti non perde mai smalto la destinazione top dell’Oceano Indiano.

Quasi non bastasse poi, nell’arcipelago maldiviano si rinnoverà ulteriormente anche l’offerta migliore nei prossimi mesi. Si avvicina l’opening infatti per alcuni nuovi cinque stelle, dove la parola d’ordine sarà abbandonare ansie e rigenerare benessere.

Ecco allora sette prossimi hotel fra gli atolli dove dimenticare il mondo.

Le Meridien, Maldive Resort & SPA

Lo scenario non ha bisogno di altro.
La laguna naturale che circonda il resort è di nove ettari di estensione, quel tanto che basta a non sentirsi oppressi dall’ombra di …troppe palme.

La scelta del nuovo gioiellino del gruppo Marriott nasce per completarsi di esperienze non solo in suite o in SPA ma deliziandosi anche con ben sei proposte culinarie - tra cui un ristorante overwater che promette di solleticare la curiosità degli habituée negli atolli.

A garanzia che tutto sia perfetto, anche la location non è stata certo casuale.

Attorno al resort ci sono innumerevoli siti di immersione tutti da esplorare, una vera La Mecca naturale per gli amanti degli Oceani.

Nessuno davanti a questo paradiso si può dire fuori posto, ecco perché il resort è indicato anche per le vacanze in famiglia e ha ideato il concept di Le Meridien Family (proprio per appassionati di scoperte ed avventure in tenera età).

E mentre i piccoli si divertiranno, resterà da gustarsi l’orizzonte più lontano a bordo piscina (quella adults only, appositamente pensata) o il bar sulla spiaggia, per oziare in libertà.

Bar Grill, Le Meriden, Maldive - Credits: Le Meridien

Avani Fares Maldives Resort, Maldives

Nell’atollo di Baa, Avani non si è lasciato sfuggire un Eden su Fares Island ricco di biodiversità, sia su spiaggia sia in acqua. In programma a fine anno (ad oggi è ancora in fase di realizzazione, su un'isola pressocché vergine) fra le sue 200 guest rooms ci saranno soluzioni pensate per i futuri divers & snorkellers, professionisti ma soprattutto curiosi delle bellezze del circondario lagunare.

Incline al sofisticato mondo del brand, non poteva mancare l’attenzione al benessere, motivo che ricorre sin dalla scelta dei décor delicati secondo i piani, senza dimenticare la modernità degli arredi pur sempre essenziali e i dettagli che vogliono riportare ad uno stile noto alla clientela internazionale più alta.

Previste poi alcune facilities che coccoleranno l’ospite a dovere: spazi lounge, The Pantry (uno spazio per un mix di spuntini freschi realizzati al momento) e l'AMARI SPA, un cocoon di trattamenti all’avanguardia in uno spiccato ambiente olistico per la clientela in cerca di nuovi equilibri.

Avani Fares Maldives Resort - Credits: Avani Hotels & Resorts

The Ritz Carlton, Maldive

Sono cento le ville che si preparano per quest’estate '21 all’arrivo dei primi ospiti.

Nell’atollo di North Male a 50 minuti di motoscafo (o 10 minuti di idrovolante, per chi lo preferisca) dall’aeroporto internazionale, sceglie la sua sede il prossimo ed atteso The Ritz Carlton maldiviano.

L’idea di fondo?
Fare di ogni ospite un super-ospite. A cominciare da quello della villa con tre camere da letto (aggiundicandosi di default la “aris meehaa”, ovvero un personal butler dall’allure e l’ospitalità locale).

Ma non è tutto. Il buon nome del brand non tradisce e, specie alla clientela abituata al suo servizio, si assicura anche la scelta d’eccellenza culinaria del resort con sette ristoranti che si aggiunge l’offerta di altri due bar, di cui uno on the beach.

Non manca nemmeno l’indole eco-friendly: con il programma diretto dalla fondazione Jean-Michel Cousteau si propone la scoperta e l’esperienza fra gli abissi in un’ottica educativa per “ragazzi” di ogni età.
E per il relax, nella splendida SPA per i trattamenti signature ci sono 7 cabine disponibili vista oceano, per chi volesse immergersi (in tutti i sensi) in un'altra dimensione.

Ritz-Carlton Fari Islands, Maldives - Credits: The Ritz-Carlton

Cocogiri Island Resort


Sembra dedicato a chi è abituato sempre a scegliere qualcosa di diverso il boutique island resort che quest’anno (probabilmente a metà 2021) avrà pronte per l’opening le sue sole 20 ville sull'acqua, più altrettante sulla spiaggia.

Pensato per rispondere alla volontà di offrire un luogo nowhere else, quello di Cocogiri Island Resort è un po’ il rifugio ideale per assicurarsi un mix di design, wellness e relax, tutto in estrema sintesi.

Non male come digital detox destination o per chi sceglierà un luogo tutto per sé ed i suoi pochi ospiti (magari, in occasioni speciali), la struttura non manca dei giusti ingredienti a piccole dosi.

Fra i plus infatti, le piscine a temperatura controllata, la possibilità di avere a poca distanza ampie aree dedicate allo snorkeling e naturalmente tantissima privacy su spiagge assolate.

Sulla carta aspira ad essere fra le poche soluzioni a misura d’uomo, senza disdegnare esperienze uniche (una crociera con i delfini, perché no?), il resort è un’ottima base anche per andare alla scoperta anche di altre isole limitrofe, ma restandone distante quanto basta...

Cocogiri Island Resort - Credits: Cocogiri Island Resort

Putina Maldives, Fari Islands

Il tocco è quello di uno studio di designer giapponesi che con il solo nome lasciano a bocca aperta: Kengo Kuma.
E negli arredi del prossimo Putina Maldives, il gruppo Capella Hotels ha scelto il minimalismo orientale per i vari ambienti privati come comuni, quasi si fosse a Ginza o Shibuya, pur circondandosi di splendidi atolli

Anche il tratto distintivo di André Fu, da Hong Kong denota le prossime 57 ville e proprietà che si adagiano sull’acqua o sulla spiaggia di Fari Island, una delle isole presa quasi d’assalto dalle prossime opening della stagione.

La bellezza della sua laguna scelta per affascinare i prossimi viaggiatori sarà la cornice ad un resort che punta anche sulla ristorazione più raffinata (in quattro soluzioni di design, di altrettanto livello) che siano in particolar modo indicate per il mercato americano, puntando su steak house, cucina a base di carne evini californiani di alto pregio.

Water Villa, Patina Maldives - Credits: Capella Hotel Group

The Chedi Kudavillingili

Un salto fra l’arcipelago è quello che sceglie di fare anche il brand The Chedi, fortunato resort che segue gli hotel della catena dopo aver conquistato le vette di Andermatt e le sabbie di Oman e Arabia Saudita.

In programma per The Chedi Kudavillingili una piscina esterna da 150 metri – la più lunga dell’arcipelago al momento - che troneggia al centro del resort, accompagnato da beach club, un bar ed un fine restaurant, mentre per quanto riguarda gli spazi privati per la clientela, si conteranno 99 soluzioni immerse nel lusso, fra overwater villas e beach villas.

Tutte avranno prospettive diverse sulla laguna, restando sempre impeccabili secondo il gusto dello studio GX Associates (un “tocco” già dietro ad altre strutture dei dintorni, come Soneva Gili, Anantara Dighu, Baros e Constance Halaveli per citarne solo alcuni) che ne ha curato gli interiors.

La SPA non manca di certo, anzi conta 8 cabine trattamenti che sovrastano le acque cristalline dell’isola, per continuare a sorprendersi di tanta bellezza naturale durante i signature massage.

The Chedi Kudavillnglli - Credits: GHM Hotels

Siyam World

Basterà attendere il prossimo mese e, a marzo 2021, debutterà il resort con il più altro numero di camere al momento presente su Maldive - nomen omen - il Siyam World.

Saranno 490 camere infatti le soluzioni sparse su 54 ettari dell'atollo di Noonu, già scelto dalla struttura “sorella” della proprietà, Sun Siam Iru Fushi, a 5 minuti di barca (ma conquistato prima ancora da altri della top hospitality, come Soneva Jani, Cheval Blanc Randheli e Mövenpick).

Fra tanta offerta, salgono così a 15 le categorie di camere per accontentare un po’ tutte le tipologie di viaggiatori up scale, attraverso soluzioni - in parte personalizzabili – che variano da 50 a 450 metri quadri di spazio l’una.

Le opzioni saranno divise in ville e suite (sia overwater che on the beach) con vegetazione tropicale attorno per garantire un po’ di privacy tra le camere che, in alcuni casi, sorgeranno vicini alla world-class SPA, un concentrato di wellness e servizi di alta gamma che non poteva mancare.

Siyam World – Noonu Atoll - Credits: Siyam World

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche

Style

Tant qu’il y aura des Hommes

Una luce in fondo al tunnel. Quella della prossima stagione fredda di Fendi è una collezione che affida a ogni singolo capo la capacità di scrivere un futuro fatto di umanità e colore.