Beauty

Capelli uomo: i tagli di tendenza della primavera-estate 2020

di Eleonora Gionchi - 2 Marzo 2020

Dalle passerelle e dai red carpet arrivano i nuovi trend per lui in fatto di capelli. Vince la naturalezza.

Corto, naturale, elegante e “vissuto”: sono questi gli aggettivi per descrivere gli i tagli di tendenza per l’uomo della primavera-estate 2020. In fatto di capelli infatti questa stagione ce n’è un po’ per tutti i gusti ed esigenze, una conferma che non arriva solo dalle passerelle ma anche dai red carpet di questi mesi.

Side Cut, il taglio per capelli fini e diradati

Secondo una recente ricerca condotta da Treatwell, il più grand portale europeo per prenotare trattamenti di bellezza, le donne italiane - il 60%, per la precisione - e il 42% degli uomini intervistati considerano un “errore imperdonabile” il riporto per nascondere la prima calvizie. Come rimediare dunque? Lo Side Cut potrebbe essere il taglio giusto. Visto sulle passerelle di Giorgio Armani, è un taglio perfetto per chi ha i primi problemi perché prevede una sfumatura laterale e resta corto in cima. Senza occultare in maniera esagerata ma camuffando con classe. Se poi lo si abbina a una barba di due-tre giorni, il gioco è fatto! L’unico aspetto negativo? Prevede una regolata sistematica dal barbiere.

L’eleganza della naturalezza

Sono state adocchiate sulle passerelle di Etro e Dries Van Noten ma anche sui red carpet degli Oscar, sfoggiate da Rami Malek e Timothée Chalamet, balzato subito a modello dei neodandy dalla chioma riccioluta: stiamo parlando delle chiome rilassate, morbide e naturali. È l’eleganza della naturalezza dettata da tagli più o meno corti, adatti sia ai capelli mossi che a quelli lisci, messi in risalto da uno styling molto naturale e morbido. Per quelli lisci, i prodotti dovranno dare consistenza al capello mentre per quelli ricci ci sono prodotti più idratanti che mantengono la forma del riccio stesso. Volendo si può optare anche per la riga: all’indietro per un look più ordinato, laterale per un risultato più elegante.

Questione di styling: gel e simili

Ma anche paste, cere e brillantine dall’effetto lucido. La scelta dello styling dipende dal risultato che si vuole ottenere. Gel e brillantine donano un grande fissaggio alla chioma e sono perfetti per quelli che vogliono tirarla completamente indietro. Più naturale è invece l’effetto della spuma, adatta per dare corpo e controllare il capello, è perfetta soprattutto per quelli ricci perché ne migliora e definisce la consistenza. Paste e cere invece sono perfette per i look più naturali, leggermente disordinati e spettinati.

Joaquin Phoenix, l’evergreen del boscaiolo

Sul palcoscenico degli Oscar con taglio e barba incolta. Il neo premio come miglior attore ha sfoggiato una chioma curata - ma non troppo - con barba, il dettaglio che ha fatto la differenza, fintamente trascurata. Sono queste le nuove lunghezze maschili, quelle medie scelte anche da Brad Pitt che prevede uno styling portato leggermente indietro, se brizzolato meglio da sfoggiare con nonchalance. Il segreto? Uno shampoo che fortifica il capello, inspessendolo leggermente.

Vedi anche