Porsche 911: ecco l’ottava generazione


Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo modello della Porsche più amata di sempre

di Andrea Bressa

Una delle protagoniste più attese e ammirate del Salone dell’Auto di Los Angeles 2018 (LA Auto Show - 30 novembre – 10 dicembre) è certamente la nuova Porsche 911 Serie 992, ottava generazione di una vera e propria icona per l'azienda di Stoccarda e un po’ per tutto il mondo delle auto d’alta gamma.

Cosa cambia fuori?

Esteticamente è evidente l’intenzione, abbastanza ovvia, di voler mantenere la tradizione stilistica della 911, senza modifiche alle proporzioni o all’aspetto generale. Qualche ritocco c’è, naturalmente, e si può notare immediatamente nella parte posteriore, più o meno completamente rinnovata, caratterizzata da un inedito e appariscente gruppo ottico a Led che si sviluppa in senso orizzontale. Altri elementi cambiano, come i passaruota più larghi, che racchiudono ruote da 20 pollici davanti e da 21 dietro. Anche la carrozzeria, sulla parte anteriore, è un po' più larga (+ 45 millimetri).

Cosa cambia dentro?

Gli interni sono stati ripensati quasi per intero, non tanto nei materiali quanto piuttosto nell'organizzazione degli spazi e della strumentazione. Si nota, in particolare, il nuovo schermo centrale da 10,9 pollici dedicato al sistema di infotainment PCM (Porsche Communication Management).

A livello tecnologico ci sono novità: la nuova 911 si presenta con connettività permanente e inedite funzioni e servizi pensati per aumentare il comfort di guida. Per la prima volta Porsche presenta la nuova modalità Wet (di serie), una funzione che rileva la quantità di acqua all'esterno e predispone in autonomia i sistemi di controllo e di sicurezza, avvisando al contempo il guidatore. Ci sono poi anche, fra gli altri, sistemi di allerta e di assistenza alla frenata, cruise control adattivo e protezione dei passeggeri.

Motori e prestazioni

La nuova Porsche 911 serie 992 si presenta inizialmente solo con gli allestimenti Carrera S (a trazione posteriore) e Carrera 4S (trazione integrale). Entrambi sono dotati del classico motore 3.0 boxer biturbo, a cui sono stati fatti dei ritocchi al sistema di iniezione e di sovralimentazione. Il risultato è 450 cavalli di potenza, contro i 420 della precendente generazione. Completamente inedito è invece il cambio a doppia frizione automatico Pdk a otto marce, che si può controllare sia dai comandi al volante che dalla leva verticale presente sul tunnel centrale. Le prestazioni sono naturalmente da super sportiva, con 308 - 306 km/h di velocità massima (rispettivamente Carrera S e Carrera 4S) e uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,6 - 3,7 secondi. I consumi medi, secondo il ciclo Nedc, si attestano sugli 8,9 l/100 km.

La Porsche 911 Carrera S ha un listino che parte da 123.999 euro (in Italia), mentre la 911 Carrera 4S da 132.051 euro.