Giacche in jeans: i modelli da uomo per l’inverno


Imbottiti, con inserti in velluto o profili in montone: come indossare le giacche in denim, di ritorno dagli anni novanta

di Giuliana Matarrese

Un ritorno in piena regola, quello degli anni novanta nel mondo della moda. Tra vibrazioni grunge, volumi over e colori accesi, i nineties sono la nuova decade aurea. Un revival che non ha risparmiato ovviamente un grande classico dell'epoca: la giacca in denim. Ecco come indossarla anche per la stagione fredda.

LEGGI ANCHE:

Jeans: come nascono

Giacca in jeans: come l'abbiamo indossata in primavera

CON PROFILI IN MONTONE

Adatte alle temperature più basse, e vere eredi dei modelli anni novanta, le giacche in denim con profili in montone o eco-pelliccia sono il modello che va per la maggiore. Compatte, o come le chiamerebbero oltremanica, dal fit "boxy", la loro anima è casual. Preferibilmente in lavaggi chiari, si indossano con jeans dai volumi affilati, sneakers, e felpe in cotone con cappuccio, a rimarcarne l'anima street.

LOGATE

Altro retaggio degli anni novanta, la logomania ritorna per la stagione. Un esempio è la recente collaborazione tra Danilo Paura e Kappa. Il designer, fortemente influenzato dallo streetwear, applica così scritte e il classico logo degli omini su tutti gli elementi della collezione, t shirt, bomber, pantaloni e blazer. E ovviamente, anche sulle giacche in denim, rese contemporanee dalla vestibilità minimale e dai lavaggi scuri nei quali si traduce. Un assaggio d'estate, che fa parte della collezione per la stagione calda, ma che è disponibile fin da adesso negli store del marchio.

FORMALI

Tessuto versatile e camaleontico, il denim si traduce anche su giacche dall'appeal formale, che colgono perfettamente lo spirito dei tempi: è il caso del modello di Ami, essenziale, puntellata da profili bianchi a contrasto, capace di non sfigurare insieme a maglieria preziosa e pantaloni con pinces. Ha un appeal militare quella di Fear of God: chiusa da una zip al posto dei classici bottoni, la sua struttura con quattro tasche ricorda la classica field jacket.

PATCHWORK 

Patchwork, velluto, colletto a contrasto: non si riuscirebbe ad immaginare una combine più nineties neanche volendo. Il modello di Kapital però, per ottenere l'effetto patchwork utilizza un'antica tecnica giapponese. Se a riscaldare le braccia ci pensa l'innesto del velluto, l'interno è profilato con lana termoisolante, rendendolo perfetto anche per la stagione fredda, insieme a maglioni a collo alto in jersey e cinquetasche a gamba dritta.