Creme viso: come funzionano quelle a base di cellule staminali


Dalle cellule staminali di origine vegetale alla scoperta di un nuovo mix di ingredienti che rallenta l’invecchiamento cutaneo. Ecco tutto quello che c’è da sapere

di Eleonora Gionchi

Negli ultimi anni, una tendenza sempre più diffusa in ambito cosmetico, è quella di utilizzare cellule staminali di origine naturale, estratte da fiori, piante o frutti, per potenziare l’azione anti-age delle creme del viso. La loro natura, infatti, gli permette di evolversi in qualunque tipo di cellula, rigenerando il tessuto. Per questo, sono molti i marchi che hanno fatto di questo ingrediente il loro punto di forza; in gallery vi consigliamo i prodotti da provare.

Come funzionano le cellule staminali?
Proprio perchè in grado di originare cellule di differenti tessuti, mantenendo la pelle in continuo stato di rinnovamento, le cellule staminali sono un vero plus nei prodotti cosmetici. La loro azione, infatti, è fondamentale per rimediare ai fenomeni di invecchiamento e perfino di danneggiamento cutaneo, come le ustioni. In cosmesi sono utilizzate quelle di origine vegetale, estratte da fusti, fiori, frutti e potenzialmente in grado di rigenerare l'intera pianta.

Novità di stagione
Nel panorama skincare, la ricerca scientifica sulle cellule staminali sta raggiungendo risultati sempre più interessanti. Tra le scoperte più rilevanti, quelle firmate dal Professor Augustinus Bader, docente all’università tedesca di Lipsia e tra i massimi esperti nel campo della medicina rigenerativa.
Dedicandosi alla cura delle vittime di ustioni e studiando un trattamento che consentisse una piena guarigione della pelle senza cicatrici, è giunto alla comprensione di un processo, o meglio del sistema di auto-guarigione del nostro organismo che entra in funzione, proprio grazie alle cellule staminali, quando si verificano lesioni cutanee gravi.
Denominato ABC Method, è suddiviso in 3 fasi: Activate è il momento in cui, a causa di traumi, la forza rigenerativa dell'organismo si attiva, Boost quando le cellule staminali danno origine al processo di rigenerazione della pelle e poi, nella terza funzione, Commit, svolgono correttamente l'azione per la quale sono naturalmente presenti.

Compreso questo processo di auto-rigenerazione, il Professor Bader ha sviluppato una linea di prodotti skincare composta da due creme viso, proprio con l'obiettivo di ridurre i segni dell'invecchiamento e dello stress ambientale sulla pelle. The Cream e The Rich Cream sono prive di cellule staminali ma a base di amminoacidi, vitamine e molecole di sintesi, che creano il microambiente ottimale in cui le cellule staminali già presenti nell'organismo possano svolgere le loro funzioni al massimo delle loro forze.

Per una buona causa: il 10% dei profitti ricavati dall'acquisto dei prodotti saranno devoluti alla Augustin Bader Foundation con lo scopo di offrire cure mediche gratuite.