Beauty

Shampoo per la barba: come sceglierlo

di Michele Mereu - 29 Agosto 2018

Tre consigli e cinque prodotti per lavare al meglio la barba lunga e corta

Molto spesso, per mancanza di tempo o per inconsapevolezza, la barba viene erroneamente lavata con lo stesso sciampo usato per i capelli. In realtà ha necessita di un detergente specifico che la aiuti ad eliminare polvere e residui di pelle morta che sia accumulano durante la giornata. Ecco allora tre consigli e 5 prodotti per prendersi cura durante il lavaggio.
 
Perché usare un detergente specifico?
Lo sciampo per la barba è simile ma non uguale a quello usato per i capelli: quello pensato per la barba è più delicato sulla pelle del viso e in più contiene dei mix di sostanze idratanti, utili a rendere il pelo più morbido. Un prodotto troppo aggressivo scatenerebbe da parte della pelle delle reazioni difensive, come ad esempio una maggiore produzione di sebo, o la formazioni di forfora.
 
Come scegliere quello migliore?
Il consiglio principale è quello di scegliere un prodotto con un profumo che via piaccia, visto che poi lo avrete sotto il naso per tutta la giornata. Qualunque sia lo sciampo che scegliate,  controllate accuratamente l’INCI ( ovvero la lista degli ingredienti), cercando di evitare ingredienti come il petrolio, la paraffina, i siliconi, ma anche gli schiumogeni aggressivi, come ad esempio SLS, SSL. Via libera agli shampoo quelli ricchi di estratti naturali e microsfere esfolianti, utili per stimolare il turn-over cellulare della pelle sotto la barba.
 
Come si lava la barba: istruzioni per l’uso
Si fa presto a dire “faccio lo sciampo alla barba”, ma quali sono gli errori da evitare? Prima di tutto passare direttamente al lavaggio: è importante, soprattutto se la barba è molto lunga, iniziare a districare i nodi con un pettine specifico in legno. Solo ora si potrà iniziare a bagnare la barba con acqua tiepida. Dopo, distribuite lo sciampo tra le mani e iniziate a massaggiare la barba finché la schiuma non avrà ricoperto tutta la barba e raggiunto la pelle. Il risciacquo? Non è un’operazione da sottovalutare: fatelo con cura e con abbondante acqua, in modo da evitare residui di schiuma che potrebbero causare pruriti e irritazioni alla pelle.

Vedi anche