Jaguar E-Type Zero: icona elettrica


La celebre auto classica degli anni Sessanta ritorna in versione a zero emissioni

di Andrea Bressa

Una rinascita in versione ecosostenibile. Parliamo di una brillante idea di Jaguar, che ha deciso di rimettere in produzione una sua storica vettura degli anni Sessanta e Settanta, la E-Type, in versione elettrica, chiamandola Jaguar E-Type Zero.

La sigla richiama chiaramente una vocazione a zero emissioni, ma è anche un omaggio al prezioso retaggio del marchio britannico. Non si tratta però di un'idea campata per aria. Un anno fa, infatti, Jaguar mostrò al mondo un prototipo di E-Type elettrica. Può darsi che fosse solo un gioco, ma visti gli entusiasmi scatenati fra gli appassionati ecco che ora il marchio del Giaguaro ha deciso di mettere in produzione proprio quel concept, dando vita appunto al progetto Jaguar E-Type Zero.

La produzione è affidata a Jaguar Classic Works, la sezione con sede a Coventry che si occupa di restaurare i modelli classici Jaguar e che ha quindi tutte le competenze per creare esemplari che siano esteticamente fedeli alle E-Type del ’61. Non farà il lavoro da zero Jaguar Classic, in effetti: prenderà in mano vecchi modelli e li sistemerà in modo tale che possano essere attrezzati con motore elettrico e relative batterie. La tecnologia elettrica sarà ovviamente derivata dall’esperienza con la I-Pace.

Fra l’altro chi già possiede una E-Type originale può volendo rivolgersi a Jaguar per ottenere una riconversione a zero emissioni. E se poi ci si pente non c’è alcun problema: dalla casa inglese fanno sapere che si tratta di una modifica completamente reversibile.

Non ci sono ancora dettagli su prestazioni, autonomia e prezzo della Jaguar E-Type Zero. C’è ancora tempo: le prime vetture saranno svelate verso la fine del 2020.