Gucci dans les rues: il video della Prefall 2018


I movimenti di protesta del 1968, l’occupazione della Sorbona e l’esistenzialismo francese: Gucci guarda alle strade infuocate di Parigi per la sua nuova collezione

di Giuliana Matarrese

Un periodo, quello del 1968 francese, difficile da dimenticare: le manifestazioni di protesta degli studenti universitari, l'occupazione nel maggio di quello stesso anno della Sorbona, le battaglie tra movimenti studenteschi di sinistra e le forze dell'Ordine. 

Un momento fattosi iconico e rappresentativo della forza del rinnovamento introdotta dalle nuove generazioni già in molte pellicole cinematografiche, come in The Dreamers di Bertolucci. Immagini e atmosfere a cui Gucci torna, a modo suo, per la campagna della Pre-Fall 2018, con un video.

Gucci Dans les rues, infatti, manda in scena l'occupazione di un campus universitario, rendendo un dovuto tributo anche ai registi dell'epoca, in primis quelli della Nouvelle Vague, Truffaut e Godard (ed in effetti la scena nella quale i ragazzi corrono per i corridoi universitari ricorda molto un momento di Bande à part, pellicola culto di Godard con Anna Karina). Tra lezioni di poesia che citano Arthur Rimbaud, scritte sui muri che rievocano lo slogan del periodo "Liberté, égalité, sexualité", il sessantotto si priva del suo carattere provocatorio e divisivo per farsi romanza di uno spirito che accomuna i giovani di allora, a quelli di oggi. Sogni, speranze, e ribellioni inclusi.

*Marchi e diritti d’autore della Major League Baseball sono utilizzati con il permesso di Major League Baseball Properties, Inc.