Zaini e borse da uomo, 6 modelli per l’autunno 2018


Dai riferimenti artistici o streetwear, co-lab speciali e omaggi a film di culto: quali sono gli zaini da uomo da scegliere per quest’autunno

di Giuliana Matarrese

Accessorio prediletto dall'uomo, lo zaino, insieme al suo contraltare più formale, la borsa da ufficio. Per la nuova stagione sono molteplici le soluzioni tra le quali scegliere, e passano da varianti preziose, in pelle, dall'appeal minimalista e raffinato, a modelli più sportivi (e che infatti sono stati scelti dai più noti team calcistici italiani). Ecco quelli selezionati da Icon.

IN PELLE

Da sfruttare dalla mattina alla sera, i pellami sono preziosi, le nuance pastellate, oppure total black. Mansur Gavriel, ad esempio, marchio culto di un certo stile minimalista e fatto per la città, lancia per l'autunno la sua linea maschile. Prodotti realizzati totalmente in Italia (nonostante il marchio qui sia poco conosciuto e nato negli Stati Uniti), la collezione si compone di 11 pezzi, dalla piccola pelletteria alle ventiquattrore passando per gli zaini. Nessuna zip, tutti i dettagli sono a scomparsa, per un appeal sofisticato, anche con un accessorio nato con lo streetwear. E proprio dal mondo dello streetwear arriva SHOK-1, l'artista londinese laureato in chimica e protagonista della nuova capsule insieme a Bally. Un progetto, quello di Swizz Beatz presents Bally x SHOK-1, che è il secondo capitolo delle collabborazioni del marchio con personaggi provenienti dal panorama artistico: il primo era stato, appunto, Swizz Beatz produttore musicale già vincitore di Grammy Awards, che ha visto nell'inglese appassionato di una certa estetica a raggi x il suo successore: così tre dei simboli della sua estetica, la mano, la mosca e il Consumer, una radiografia che ricorda Pacman, appaiono su sneaker classiche del brand, come le Galaxy, blouson in agnello, polo, t shirt, e sugli zaini multitasche con spallacci e cinture in stile alpino.

TECNOLOGICI

Cavetto antifurto, serratura a combinazione, e speciale tasca per portafoglio con protezione RFID, che impedisce la clonazione della carta di credito. Piquadro fa le cose in grande e dota il suo zaino Brief dello stato dell'arte della tecnologia. Dotato di una tasca fast check dove inserire il pc e facilitare così le procedure di imbarco all'aeroporto, il pezzo è fatto apposta per chi è abituato a viaggiare: al suo interno infatti ospita anche una tasca fatta per contenere powerbank per ricaricale il cellulare per induzione. Infine, tramite l'app dedicata Connequ di Piquadro lo zaino risulta connesso tramite Bluetooth al proprio cellulare, e avvisa il proprietario, funzionando come allarme nel caso di furto o smarrimento. Un oggetto all'avanguardia, tanto da essere scelto dai calciatori del Milan, squadra che Piquadro doterà inoltre del trolley da viaggio Cubica e del classico necessaire.

A QUATTRO MANI

Le collaborazioni non sono mai andate così di moda: un assunto al quale si adeguano anche gli accessori di stagione. Così un marchio che fiuta subito le tendenze come Diesel, ha deciso di personalizzare gli zaini di un brand con un heritage impareggiabile in materia, Invicta. Così nascono quattro modelli in nylon, pelle, oppure nel classico denim Diesel, corredati da lacci da trekking a contrasto e fibbie e bretelle asimmetriche, ispirati ai paninari degli anni ottanta, controcultura giovanile totalmente made in Italy, che aveva tra i suoi marchi di riferimento proprio Invicta. Infine, sarà amata dai numerosi appassionati del film di culto, la nuova collezione di zaini Kipling, Star Wars, composta da 25 pezzi tra zaini, cartelle e astucci. Le grafiche geometriche o i volti dell'universo ideato da George Lucas, e popolato da R2-D2, Stormtroopers e Darth Vader, campeggiano così sugli accessori con dettagli catarifrangenti, o che si illuminano al buio, e saranno disponibili negli store dalla fine di Novembre.