Beauty

5 consigli per conservare al meglio i profumi

di Michele Mereu - 19 Febbraio 2019

Due esperti di profumi consigliano come proteggere i propri profumi da luce e sbalzi di temperature, perché durino a lungo

Che siate appassionati collezionisti o semplici consumatori, è fondamentale sapere quali sono le regole auree per conservare al meglio i vostri profumi. A questo scopo, Icon ha stilato una lista di 5 consigli con l’aiuto di due esperti: Paola Bottai, naso, e Silvio Levi, Ceo di Calé, Distribuzione Profumeria Artistica dal 1955.
 
Il luogo giusto.Per evitare che i profumi cambino la loro essenza è necessario conservarli in un luogo fresco e asciutto: << Per questo il bagno non è il luogo ideale, perché è la zona più calda e umida della casa >>, spiega Bottai, che aggiunge << qui, possono essere tenuti solamente quelli che usiamo quotidianamente, perché finiranno in un periodo di tempo limitato e non avranno modo di alterarsi>>.
 
Data di scadenza? << I profumi rispetto agli altri prodotti di bellezza non riportano una data di scadenza >>, spiega Levi.  Questo, però, non vuol dire che non subiscano variazioni: <<  Le prime a cambiare sono le molecole più volatili, quelle che sono in testa al profumo, mentre le note di cuore e fondo tendono a restare inalterate >>, spiega il naso. Importante: un profumo “vecchio” non è mai pericoloso, può essere solo un profumo non più gradevole da indossare.
 
Occhio agli sbalzi di temperatura. Il nemico numero uno per il profumo? Gli sbalzi di temperatura: << Quando si viaggia, consiglio di portare il profumo nel bagaglio a mano, perché i grossi sbalzi di temperatura caldo-freddo, che subiscono nella stiva dell’aereo, portano a delle alterazioni della formula>>, racconta Paola Bottai.
 
Cambio di colore? È una trasformazione data dall’azione della luce solare: << È un normale processo di ossidazione delle materie prime naturali che compongono la fragranza >>, racconta l’esperta. << Poi, il cambiamento del colore, solitamente,  non contribuisce al cambiamento del suo impatto olfattivo, a meno che l’esposizione non sia stata lunga e prolungata >>, aggiunge Silvio Levi di Calè. In ogni caso, per conservare i profumi in maniera ottimale, il consiglio è quello di tenerli in un armadietto oppure all’interno delle proprie scatole.
 
Frigo si o frigo no? È un ottimo modo per conservare i profumi al riparo dalla luce solare e ad una temperatura costante. Il segreto? La temperatura deve essere fresca e mai fredda. Certo, bisogna essere dei veri appassionati e possedere diverse fragranze per giustificare una conservazione in frigorifero: << Ovviamente rallenta i processi ossidativi della fragranza, ma ha senso solo se si pensa di non terminarlo entro tre o quattro anni >>, conclude Silvio Levi.

Vedi anche