Barba: gli immancabili per prendersene cura a casa


Regolabarba, forbici, pettine, spazzola e rasoio sono gli strumenti che non possono mancare nel beauty case dell’uomo barbuto

di Michele Mereu

Si fa presto a dire barba lunga. Ma quali sono gli strumenti giusti per prendersene cura? Noi di Icon lo abbiamo chiesto a Gabriele Giannuzzi, proprietario del barbershop I Monticelli a Roma, e al suo staff di barbieri.

Regolabarba. È una macchinetta con fili o senza fili, che si usa per tagliare capelli e barba. La caratteristica fondamentale? Deve essere munita degli accessori giusti, ovvero dei pettinini che permettono di accorciare la barba a varie misure. Immancabile nel kit anche una testina stretta, che dia la possibilità di rasare (a zero): utile per definire i contorni e i dettagli della barba in modo personale. La manutenzione dello strumento deve essere costante: la macchinetta va pulita accuratamente dai peli della barba usando un pennellino, e in più deve essere regolarmente oleata.
 
Rasoio. Tra gli strumenti da avere anche un rasoio per rifinire i contorni della barba. Esistono rasoi a mano libera, usato solitamente dai barbieri con grande manualità, rasoi usa e getta, le classiche lamette, e lo shavette, un rasoio come quello a mano libera, ma con la lametta sostituibile. In questo caso l’unica manutenzione richiesta è quella di sostituire la lama quando perde il filo (vuol dire che la lama non taglia più bene). La classica lametta invece va buttata via dopo ogni utilizzo.

Forbice e pettine. Un duo indissolubile quando si parla di cura della barba. Le forbici devono avere un’impugnatura comoda e devono avere lame lisce e ben affilate per permettere di definire al meglio i contorni del labbro superiore. In più, un piccolo consiglio di stile: nel caso di barbe medio-corte è buona abitudine mantenere il labbro scoperto, regola non più valida per le barbe medio-lunghe.Per quanto riguarda il pettine, invece, l’ideale sarebbe averne uno con i dentini con diverse spaziature (che passi da dentini più larghi a più stretti). Il pettini migliori? Quelli chiari che permettono di vedere la differenza con il colore scuro delle barbe e permettono di togliere i peli superflui.

Spazzola. Infine, non può mancare una spazzola, che deve essere di forma ovale (impugnatura che permette di gestirla al meglio), avere setole medio dure (chiare o più scure), utili per pettinare anche il pelo più rigido e crespo e per facilitare l’assorbimento degli oli precedentemente applicati.