Le moto più attese del 2018


Benelli, Yamaha, Ducati, Honda e Triumph: ecco i modelli a due ruote più interessanti in arrivo nei prossimi mesi

di Andrea Bressa

Come per le automobili, anche il mondo delle due ruote non si ferma mai nel proporre novità al suo pubblico di appassionati. Al solito, il nuovo anno inizia con una ricchissimo catalogo di modelli inediti che sbarcheranno presto sul mercato. Non è semplice definire quali siano i più belli in assoluto, ma abbiamo comunque provato a selezionarne alcuni che a nostro parere si mostrano particolarmente interessanti per stile, prestazioni e innovazione.

Ecco dunque la nostra lista delle moto più attese del 2018.

Benelli Imperiale 400

Una moto che omaggia l'estetica tradizionale dei modelli anni Cinquanta della storica casa di Pesaro. Ottimo per chi ama lo stile classico e l'eleganza raffinata ed essenziale. Monta un motore monocilindrico da 373,5 cc raffreddato ad aria da 19 cavalli e trasmissione a cinque marce. È progettata per offrire una guidabilità dolce e facile, con un ragionevole consumo di carburante. I cerchioni in lega di alluminio a raggi (da 19 pollici davanti e 18 dietro) contribuiscono a donarle quello stile retrò capace di affascinare. Sarà disponibile a partire dalla metà del 2018 a un prezzo ancora da definire.

Yamaha Niken

Modello rivoluzionario: si tratta della prima moto a tre ruote capace di convincere anche i centauri più puristi. È stato fra i più chiacchierati nuovi esemplari ai saloni del 2017 (Tokyo e EICMA in particolare) ed è ora quasi pronta per debuttare sul mercato. Si basa nella meccanica alla famosa MT-09. Ha un motore 3 cilindri a 4 valvole da 847 cc e 115 cavalli. La carenatura è generosa e sportiva, ma la sella si mostra comunque spaziosa e apparentemente confortevole. La novità sta tutta nell'avantreno, realizzato con la tecnologia LMW (Leaning Multi-Wheel), la stessa degli ormai celebri scooter a tre ruote, con due steli separati a sostegno delle ruote anteriori.

Ducati Panigale V4

È per molti la più bella novità del 2018: non a caso è stata eletta regina di EICMA 2017. La nuova supersportiva Ducati va a sostituire la mitica 1299 Panigale, cercando di offrire a tutti, dai principianti ai piloti più esperti, sensazioni di guida al top di gamma. È stata realizzata in stretta collaborazione con Ducati Corse e infatti sfrutta tecnologie e motori provenienti dal mondo dello sport: aspetto e prestazioni la rendono una MotoGP dedicata alla strada. Monta un motore Desmosedici Stradale V4 da 1.103 cc e 214 cavalli di potenza. Grazie al peso ridotto (175 chili), ha dalla sua un rapporto peso/potenza da prima della classe: 1,1 kg/cv. La Panigale V4 è già ordinabile in tre varianti (base, Sport e Speciale), a partire da 22.950 euro.

Honda CB1000R

Restyiling importante per la nuova generazione della CB1000R, con un'inedita estetica che strizza l'occhio al vintage, grazie a linee più morbide e dettagli curiosi, come il faro tondo anteriore. Anche il motore ha subito qualche ritocco: monta un 4 cilindri da 998 cc e 145 cavalli di potenza, 20 in più rispetto alla versione precedente. L'aumento di potenza è abbinata a una sensibile riduzione di peso di 12 chili (ora 212), cosa che promette interessanti spunti in fase di guida. Arriverà sul mercato nel corso del 2018, a un prezzo ancora da definire.

Triumph Bonneville Bobber Black

La Bobber di Triumph è stato ed è ancora uno dei più importanti successi commerciali degli ultimi anni. Per il 2018 Triumph ha deciso di dargli una rinfrescata con una nuova versione tutta nera (Black) dall'appeal ancora più cattivo, soprattutto sul frontale. Il motore è ancora il bicilindrico da 1.200 cc della versione originale. Ha una potenza di 77 cavalli e una coppia di 106 Nm a 4mila giri che promette emozioni in accelerazione. Lo stile è affascinante: il total black si sposa bene con il desing minimale e un po' retrò che ha conquistato pubblico e critica in tutto il mondo. Il listino parte da 14.350 mila euro.