Style

I neologismi sartoriali della sneaker Triple Stitch di Ermenegildo Zegna

di Corinne Corci - 5 Novembre 2020

Rivisitare la sartoria contemporanea attraverso una ricerca di forma e materia che amplifica la nuova grammatica maschile. Alessandro Sartori, direttore artistico di Ermenegildo Zegna, reinterpreta l’iconica Triple Stitch. Oggi ancora più versatile e leggera.

Essenziale, minimale. Si chiama Triple Stitch, è la sneaker che rifinisce i look dell’uomo Ermenegildo Zegna, maison che lavora ad un’evoluzione del guardaroba contemporaneo, messa in pratica di lavorazioni da laboratorio su neologismi sartoriali.

L’operazione
è sottile e complessa, ma Alessandro Sartori, il suo direttore artistico, non lascia che nulla offuschi l’idea di armonia. È qui che si inserisce la Triple Stitch. In una nuova versione, però, più leggera e versatile attraverso l’uso di nuovi materiali, in suède, con pelle di vitello granato e camoscio, declinati in numerose varianti cromatiche.

Dai classici nero e bianco alle sfumature più autunnali del bordeaux, choccolate brown e grigio. Il nuovo progetto ridefinisce il comfort della sneaker grazie alla suola realizzata in gomma ultraleggera.

Mentre il triplo elastico incrociato rimanda alla simbologia originaria di Zegna e richiama il dettaglio delle tre cuciture realizzate sul rever dell’abito sartoriale. Nella sua versione slip on transeasonal, diventa espressione dello stile senza tempo di un marchio caratterizzato dalle continue innovazioni

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche