Uomini

Champion festeggia 100 anni di storia e collabora con Luka Sabbat

di Silvia Perego - 15 Novembre 2019

Felpe e T-shirt sono opere d’arte in limited edition realizzate dal talento creativo Luka Sabbat per celebrare il centesimo anniversario di Champion e raccontare il potere della squadra moderna

Luka Sabbat è un ventunenne dai mille talenti. Attore e modello con più di 2 milioni di follower su Instagram, questo giovane nato nel Lower East Side di Manhattan e cresciuto tra New York e Parigi, è anche la mente che si nasconde dietro ad un collettivo di artisti, Hot Mess, e tra i produttori del film Giants Being Lonely, teen drama presentato alla 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia lo scorso settembre. Insomma, un vero cervello creativo.

Da sempre grande fan delle tute Champion, su cui disegnava fin da quando era uno studente della Lower Manhattan Arts Academy, oggi presenta l’ultimo progetto a cui si è dedicato: una collaborazione proprio con l’iconico produttore di abbigliamento sportivo fondato nel 1919 a Rochester, che quest’anno celebra il centesimo anniversario con una campagna mondiale intitolata For the Team. Nell’ultimo capitolo, è proprio Luka Sabbat a raccontare cosa significa essere una squadra nel 2019 e per farlo lavora insieme ad un gruppo selezionato di ragazzi appartenenti all’organizzazione non-profit Art Start che vuole dare una voce ai giovani emarginati fornendo gli strumenti necessari a supportare la loro creatività.

Così nasce una capsule in edizione limitata composta da una felpa (l’iconica Reverse Weave del marchio) e una T-shirt personalizzate con la stampa di una scansione multicolor dell’attività cerebrale. Una scelta spiegata dallo stesso Luka Sabbat attraverso questa citazione stampata sul retro dei capi: “Tutti sono capaci di immaginazione, ma la creatività che rende l’immaginazione realtà richiede lavoro di squadra”. Una visione moderna e inclusiva la sua, ispirata proprio dal programma Emerging Artists (Artisti emergenti) di Art Start, e dalla potenza creativa del gruppo.

Fin dalle sue umili origini come “Knickerbocker Knitting Mills” (storico nome dell’azienda dei fratelli Feinbloom), infatti, Champion ha sempre avuto un unico focus: la squadra. Dalle divise per gli studenti universitari a quelle per i soldati dell’esercito degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale, passando per quelle create per squadre sportive iconiche, negli ultimi cent’anni i gruppi più diversi hanno indossato questo logo identificativo. Che sia sul palco, sul campo da gioco o per strada. Così, per celebrare questa storia importante, durante tutto il 2019, Champion ha girato il mondo alla ricerca delle squadre e delle crew più interessanti, appassionate e influenti, con cui condividere i propri valori.

Un percorso che ha raggiunto la sua massima espressione lo scorso mercoledì sera al 434 di Broadway, New York City, dove è andato in scena uno spettacolo unico in cui lo sport in ogni sua forma è stato protagonista. Proprio all’interno del negozio di Champion nel cuore di Soho si è tenuto l’evento per festeggiare il 100esimo anniversario del marchio, a cui Icon ha partecipato in esclusiva. Lo spazio di più di 400 mq si è trasformato in un campo da gioco dove, tra cocktail a tema e street food newyorkese, prima si sono esibiti i ballerini superstar della crew Choreo Cookies di San Diego e poi la squadra di basket degli Harlem Globetrotters ha giocato con alcuni studenti di Brooklyn. E mentre il tifo aumentava per un torneo live della NBA 2K League, il campionato professionistico di esports legato al mondo della pallacanestro Usa, ecco Luka Sabbat autografare le sue felpe e T-shirt andate subito a ruba. Manifesto di una nuova prospettiva sulla cultura di squadra.

La limited edition è in vendita dal 13 novembre solo negli store di New York e di Los Angeles, e i ricavati contribuiranno alla causa di Art Start.

Vedi anche