Viaggi

Livigno, tra sport e shopping ad alta quota

di Rita Bossi - 5 Marzo 2020

Oltre 115 chilometri di piste per gli amanti dello sci da discesa ma non solo. Si può praticare sci di fondo, parapendio, fare shopping e cenare in un ristorante ghiacciato.

Livigno è un vero e proprio paradiso della neve nel cuore delle Alpi. Con oltre 115 chilometri di piste per tutti i gusti, grazie alla posizione a 1.816 metri di quota, qui si scia da fine novembre a inizio maggio. 

E, dopo lo sport c'è lo shopping (Livigno è area duty-free) in negozi lussuosi di ogni genere, un po' di relax alle terme e cene gourmand tra pareti di ghiaccio. Ecco cosa fare a Livigno per un weekend all'insegna dello sport e del benessere.

Sciare all'alba...e colazione in alta quota

Sveglia prima dell'alba per gli sciatori mattutini che cercano le piste appena battute, quelle perfettamente intatte e con le linee parallele lasciate dai gatti delle nevi. 

Da non perdere per vivere appieno l’emozione di un risveglio in alta quota è la Sunrise Emotion – Luxury Breakfast! di Sitas Ski Area: si può sciare sulle piste immacolate per primi e ammirare la valle di Livigno e le sue montagne innevate prima e durante l'alba, godendo di un panorama fantastico. Poi a tutti i partecipanti una speciale colazione in alta quota, circondati dalla natura incontaminata.

In parapendio sulle vette alpine

Non ci si può far mancare l’emozione di volare in parapendio nei cieli di Livigno per ammirare il paesaggio dall’alto. Si decolla dalle piste con gli sci ai propri piedi e si sorvolano le piste e il backcountry di Carosello 3000, volteggiando sopra le cime innevate. 

La Sky Experience è un'attività che si effettua durante il periodo invernale; ogni Sky Experience viene registrata grazie a diverse action-cam HD che serviranno per confezionare un video esclusivo della propria esperienza adrenalinica.

Arrampicata su ghiaccio

Fino alla fine di marzo, per i più intraprendenti e coraggiosi è da provare la scalata sulla parete della torre di ghiaccio (alta 17 metri). 

Assistiti da una guida alpina e muniti di scarponi, caschetto ed imbracatura - l’attrezzatura è messa a disposizione dalla scuola - si può iniziare la scalata avventurandosi lungo le pareti delle montagne. 

Sci ai piedi e fiaccola in mano

Quando il cielo ormai scuro viene illuminato dallo scintillio delle stelle, anche la Ski Area Sitas si illumina di piccole luci: i più impavidi possono infatti sfidare il buio con i loro sci ai piedi e fiaccola in mano. 

Dopo una spaghettata al Rifugio Costaccia, i partecipanti scenderanno verso valle guidati dai maestri della scuola Sci Azzurra; arrivati a valle, ad aspettarli, tè caldo e vin brulè.

Volo in elicottero

L’eliski è un’esperienza da provare. Volare sopra le vette più selvagge del comprensorio e poi vivere l’emozione di sciare in grandi spazi incontaminati lontani dai percorsi fuoripista abituali. 

Partendo dalla cima della cabinovia Carosello 3000 di San Rocco, dopo un briefing con i partecipanti sul programma della giornata e le informazioni basilari di sicurezza, l’avventura inizia sotto l'occhio attento di una guida alpina UIAGM. 

Corsi di guida su ghiaccio

Emozione, adrenalina al massimo, sensazioni uniche: queste sono le sensazioni quando si prova a guidare un'auto sul ghiaccio. 

A Livigno è possibile presso il Ghiacciodromo Ice Driving School, che mette a disposizione le sue auto sportive per coloro che intendono divertirsi e imparare o perfezionare la propria tecnica di guida su neve e ghiaccio.

Un briefing teorico e poi si guida, sempre, affiancati da istruttori.

Un circuito di 1.200 metri, largo dagli 8 ai 12 metri, curve, controcurve e rettilinei, cordoli in neve e fondo ghiacciato o innevato e un ampio piazzale per svolgere gli esercizi fondamentali, come la frenata, lo slalom fra birilli, il tondo, l’otto e altri ancora.

Dormire tra pareti di ghiaccio

A chi non teme il freddo, c'è l’emozione di passare una notte in una suite di ghiaccio. L’Hotel Lac Salin Spa & Mountain Resort ha due Snow Suite, costruite e intagliate nella neve pressata dall’artista livignasca Vania Cusini. 

Sono vere e proprie sculture da abitare, dove passare notti magiche avvolti in un sacco a pelo termico, mentre la temperatura fuori scende a – 20. 

La più grande ha la forma di una tipica casa della vecchia Livigno, con tanto di camino, gatto e letto dalla testata intagliata; l'altra è una suite dall’acustica perfetta, votata alla musica, con il violino, il pianoforte e lo spartito musicale... tutto ovviamente di neve.

Per chi preferisce viziarsi con trattamenti alle erbe alpine, l'Hotel ha una meravigliosa Spa di 1200 metri quadrati con sale relax, vasca di acqua salina, idromassaggio, piscina panoramica, doccia sensoriale, hammam e sauna.

Cena dentro un igloo 

Cena presso lo Snow Restaurant, presso l’Hotel Camino. Lo Chef Luca Galli prepara una cena da favola di degustazione di prodotti tipici valtellinesi da assaporare in un ristorante dove tutto è fatto di neve. 

Si entra solo con la tuta da sci: tra le bevande, niente acqua, ma vino e tè caldo per riscaldarsi e gustare a pieno i succulenti piatti.

Vedi anche