Benessere: 3 indirizzi dove provare la sauna in Italia


Tutti i benefici della sauna e alcune destinazioni italiane dove provare le più particolari

di Eleonora Gionchi

Diventata una pratica di benessere molto diffusa, la sauna offre benefici sia al fisico sia alla mente: non solo permette di depurare l'organismo ed eliminare le tossine ma rafforza anche il sistema immunitario e, aspetto fondamentale al giorno d'oggi, aiuta a rilassarsi. Icon ha individuato 3 indirizzi in Italia dove provare le più particolari.

Il principio della sauna
A differenza del bagno turco, la sauna è secca e il calore proviene da una stufa sulla quale si posizionano delle pietre laviche che possono raggiungere anche i 90°. Nata in Finlandia, il termine stesso è finlandese, aveva come scopo quello di riscaldare durante i lunghi periodi invernali ed era considerato un momento molto privato, eseguito per purificarsi prima di rivolgersi agli dèi. In un ambiente realizzato completamente in legno, la sauna è consigliata a tutti e non prevede la divisione tra donne e uomini, a differenza del bagno turco. Da praticare in silenzio, è ideale per rilassarsi e liberare lo stress fisico e mentale, ma porta anche molti altri vantaggi: l’alta temperatura provoca l’aumento della frequenza cardiaca, che aiuta a bruciare fino a 300 calorie, e, attraverso il sudore, si eliminano tossine e metalli pesanti presenti nell’organismo, rinforzando quindi il sistema immunitario. È inoltre ideale dopo un allenamento fisico particolarmente intenso perché smaltisce l’acido lattico e rilassa i muscoli, elimina i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cutaneo e riduce anche l’ansia e il livello di stress accumulato. Come ultimo effetto, ma non meno importante, pulisce a fondo la pelle. Molti, quindi, i vantaggi di questa pratica, ecco dove provarla:

Gli indirizzi in Italia

Pfoesl, Nova Ponente Alto Adige
All’interno del percorso wellness sono presenti 8 differenti tipi di saune, tutte costruite e praticate con ingredienti naturali. Quella a base di lavanda e legno nordico aiuta a purificare la pelle e a migliorare le vie respiratorie; per una pulizia epidermica profonda è ideale quella a base di melissa a una temperatura di 45°; erbe alpine e camomilla bollono, invece, in una particolare pentola all’interno di una sauna in legno riscaldato a una temperatura di 50°. Per chi cerca un estremo relax è adatta la Fienile: temperatura media di 45°, il profumo del fieno fresco nell’aria e in sottofondo il rumore dell’acqua. Non può mancare anche la classica sauna finlandese, con una temperatura di 90° e un tasso di umidità del 10%.

Bellevue Hotel, Cogne
Affacciato sul Gran Paradiso, questo antico Hotel offre differenti tipi di saune nel suo percorso wellness. Quella finlandese è in legno di pino con una temperatura di 80°, accanto si trovano la biosauna agli agrumi, caratterizzata da poltrone in cedro su cui rilassarsi mentre il calore viene liberato dalle bucce fresche degli agrumi che si avvicinano ai 60°, la biosauna al fieno, costruita all’interno di una grotta, e quella alla camomilla con un'umidità più elevata, tra il 40 e il 55%, ma a una temperatura più bassa così da non sottoporre a troppo stress l’organismo che, anzi, si rilassa grazie alla camomilla.

Rituale Aufguss, QC Terme
Presente in tutte le saune del gruppo, questo rituale è molto particolare e si pratica in una sauna finlandese: è eseguito da un maestro che versa poche gocce di olio essenziale su alcune pietre di ghiaccio tritato, per poi romperle sulle braci della sauna. Il profumo si diffonde velocemente nell'ambiente e, a quel punto, agitando con forza un asciugamano, il maestro crea correnti di aria calda aromatizzata. Antiche tradizioni per raggiungere un estremo benessere. Successivamente è consigliata una sessione di contrasto molto fredda, come una doccia con ghiaccio o una vasca di reazione.