Beauty

Pelle uomo: T come tonico

di Eleonora Gionchi - 14 Gennaio 2020

Cos’è il tonico? E perché è importante usarlo? E come lo si sceglie? Un veloce vademecum su uno dei prodotti più sottovalutati dagli uomini

Sottovalutato, anzi spesso anche sconosciuto, il tonico è in realtà un prodotto passe-partout nella routine quotidiana dell’uomo. Veloce, pratico e indolore, si applica con una passata su un dischetto di cotone garantendo una pulizia profonda e decongestionando il viso.

Cos'è il tonico

Una lozione acquosa a base di sostanze e ingredienti funzionali che aiutano a risolvere tanti piccoli e grandi problemi epidermici. Privo di alcol, così da evitare secchezza eccessiva e rossori, il tonico ha differenti formulazioni a secondo delle proprie esigenze e svolge principalmente un’azione antibatterica e pulente del viso. Si applica infatti dopo la detersione, così da eliminare i residui del detergente e completare la pulizia, grazie a un dischetto di cotone tamponandolo delicatamente sul viso.

Come si sceglie un tonico da uomo

In base alle proprie esigenze: gli esfolianti svolgono un’azione di pulizia profonda proprio perché esfoliano la pelle eliminando le impurità come punti neri e pori dilatati rendendola più uniforme e compatta, per questo sono adatti per le epidermidi grasse e miste.

I lenitivi invece sono indicati per le pelli più sensibili, ovvero quelle che tendono ad arrossarsi facilmente; in questo caso il tonico è necessario perché, oltre a lenire appunto, elimina il calcare evitando così ulteriori irritazioni e calma la pelle nel post rasatura.

Per le pelli secche invece sono adatti gli idratanti e nutrienti perché contengono ingredienti che evitano l’effetto di “pelle che tira”.

Vedi anche