Profumi: come scegliere la fragranza giusta


È il momento di cambiare? Ecco 5 regole da tenere a mente se siete alla ricerca di nuove note olfattive da indossare

di Eleonora Gionchi

Funziona un po’ come in amore, la chimica che si crea tra profumo e pelle è tutta questione d'istinto. Scegliere la fragranza giusta, infatti, non è mai semplice. Il rischio è quello di lasciarsi influenzare troppo da operazioni di marketing o dall’opinione altrui. Ecco, quindi, le regole da tenere a mente durante la ricerca:

Regola n.1: conoscersi
Il primo approccio avviene attraverso la mouillettes, i cartoncini su cui spruzzare le fragranze, ed è in questo modo che devono essere annusate per la prima volta. Soltanto dopo questa prima fase di selezione, si può vaporizzare sulla pelle. Attenzione: mai fare il gesto di unire i due polsi per profumarli entrambi, in questa maniera infatti le molecole si rompono compromettendo la piramide olfattiva. In più, è sempre meglio indossare un profumo per almeno un paio d’ore prima di scegliere, così da capire se piace fino in fondo, in tutta la sua evoluzione.

Regola n.2: l’istinto
L'amore per un profumo è tutta questione d’istinto. Per questo bisogna prestare molta attenzione al proprio olfatto, probabilmente il senso più acuto perché collegato alla parte più primitiva del nostro cervello. Il design del flacone, la storia raccontata dalla campagna pubblicitaria possono affascinare, ma l'importante è lasciarsi trasportare dal nostro naso, dalle emozioni che ogni nota olfattiva suscita.

Regola n.3: ci vuole personalità
Il profumo che indossiamo racconta la nostra personalità. Siete sportivi? L'ideale per voi sono profumi a base di note fresche ed energizzanti. La più amata questa stagione? Il limone, tonificante e presente in moltissime varietà. Se invece si vuole essere sempre impeccabili, le note boisè sono perfette, eleganti e raffinate. Animi creativi? Si può puntare, allora, su composizioni più originali, per esempio con note molecolari, come l'ambroxan, o a base di whisky, rum e vino, corpose ed estremamente virili, ma in contrasto con note acquatiche.

Regola n.4: versatilità
Tutti i nasi concordano: mai indossare sempre lo stesso profumo. Si consiglia di cambiarlo nell’arco della giornata, figuriamoci nell’arco di un anno o della stessa vita. Il motivo è molto semplice: si cambia. Abitudini, consuetudini, circostanze e il profumo si dovrebbe adattare a tutto questo.

Regola n.5: cambiare fa bene
Nella vita e anche nella scelta del profumo. Come già dichiarato nella regola 4, nessuna fragranza è per sempre, quindi scoprire nuovi mix e ingredienti è interessante e stimolante. Ognuno ha bisogno di reinvetarsi ogni tanto, scegliendo tra i grandi classici della profumeria maschile, per andare sempre sul sicuro, o esplorando nuovi itinerari olfattivi, come suggeriscono le novità di stagione ispirate all'India.