Testa rasata, è un vero passe-partout estivo?

Testa rasata, è un vero passe-partout estivo?

di Eleonora Gionchi

In estate molti uomini si rasano la testa “per comodità”. Ma è veramente così? Gli esperti raccontano pro e contro di questo taglio estremo e come comportarsi, soprattutto con le alte temperature

Per molti la testa rasata è un vero e proprio passe-partout, soprattutto in estate quando le alte temperature e la comodità di non doversi occupare dei capelli inducono a tagliarli maggiormente. Ma è davvero così? Perché, come suggeriscono gli esperti di Barberino’s, barber shop nel cuore di Milano, la rasatura completa non è propriamente adatta a tutti, dipende dalla forma naturale della testa, e necessita comunque di un’adeguata manutenzione.

Testa rasata, quant’è importante la forma?

«È vero che alcune strutture del viso si adattano a una testa rasata più di altre. Il motivo principale è che la rasatura completa rende la struttura e la forma molto evidenti ed accentuate, non essendoci capelli per compensare o aggiustare. Per la maggior parte delle persone, la forma della testa ideale per sfoggiare un look completamente rasato è quella ovale.» spiegano Barberino's Masters Ivan Consolo e Simone Forini. Per questo molti tagli, ma anche acconciature femminili, puntano a ricreare l’ovale del volto perché, benché sia considerata la forma “perfetta”, sono pochi i visi naturalmente ovali.

Tendenzialmente, si può dire che i visi rotondi tendono a essere i meno adatti per una rasatura completa, spiegano dalla barberia mentre sono molto indicati «I volti con un mento accentuato come quelli con forma quadrata, a diamante, a triangolo verso il basso e a rettangolare. Anche avere una mascella pronunciata aggiunge contorno e struttura alla parte inferiore del volto per compensare quella superiore rotonda e rasata. Così come le linee e gli angoli netti aggiungono equilibrio al viso e contrastano piacevolmente con la testa rotonda».

La manutenzione della testa rasata

Spesso si pensa che una testa rasata non necessiti di nessuna manutenzione. Errore. Anzi, come spiegano gli esperti, gli uomini che scelgono di radersi completamente sono a maggiore rischio di scottature, macchie senili e rughe a causa di una maggiore esposizione al sole. Per questo è necessario una routine adeguata, molto simile a quella del viso: «Fondamentale è la pulizia quotidiana del cuoio capelluto con un panno caldo al mattino, evitando di usare un detergente, adatto invece la sera. Poi applicare una crema idratante con SPF e dalla consistenza opaca, così che la testa non appaia eccessivamente lucida» spiegano gli esperti. 

«La sera è necessario detergere il cuoio capelluto così da eliminare oli epidermici e sporco però con un accorgimento: meglio limitare la doccia a una sola volta al giorno, per non seccare troppo la pelle. Prima di andare a letto, applicare una crema idratante, densa se la cute è molto secca, o anti-age: durante la notte, infatti, le cellule si attivano molto più velocemente, quindi questo è il momento migliore per trattare i segni dell'invecchiamento e dell'esposizione solare».

E in estate, come ci si comporta?

Il cuoio capelluto è un’area che necessita di particolari attenzioni anche perchè tende a seccarsi molto facilmente, per questo quotidianamente dev’essere applicata una crema idratante, quella per il viso è perfetta, così da prevenire irritazioni, macchie del tempo e mantenerla nutrita. «Inoltre, meglio evitare le lunghe esposizioni ai raggi solari e proteggere sempre con il solare viso.

Dopo la detersione quotidiana a fine giornata, ideale in estate uno shampoo ad uso frequente rinfrescante, magari a base di menta e mentolo, così da eliminare l’eventuale aspetto oleoso, si può nutrire e rinforzare il cuoio capelluto con 2-3 gocce di olio naturale, come quello di argan, che nutre e rinfresca».

Ogni quanto bisogna rasare la testa?

«È molto soggettivo. Il consiglio che ci sentiamo di dare è di valutare il proprio livello di comfort. Ci sono persone che si sentono a proprio agio radendosi ogni mattina, mentre c’è chi si sente esteticamente e fisicamente confortevole anche con qualche accenno di ricrescita radendosi ogni due o tre giorni.

Solitamente in inverno gli uomini si radono ogni 2 giorni e con l’arrivo dell’estate passano alla rasatura quotidiana, ma anche d’inverno, consigliamo la rasatura ogni qualvolta si ha una riunione di lavoro importante o un evento a cui partecipare» concludono da Barbino’s.