10 libri per diventare una persona migliore da regalare a Natale
Getty Images

10 libri per diventare una persona migliore da regalare a Natale

di Simona Santoni

Ecco 10 romanzi belli e illuminanti, una bussola per orientarci nel mare della vita e aiutarci a migliorare. Da mettere sotto l’albero di Natale

Che sia un’ascia, come diceva il grande scrittore boemo Franz Kafka («Un libro dev’essere un’ascia per rompere il mare ghiacciato che è dentro di noi»), che sia un gioco, sull’onda della poetessa polacca premio Nobel Wisława Szymborska («Leggere libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato»), un libro è un compagno di viaggio affidabile. Che può diventare una bussola per aiutarci a navigare nei perigliosi mari della vita.

Grazie alla lettura di alcuni libri speciali, esploriamo noi stessi e superiamo i limiti delle nostre possibilità. Ampliamo le vedute e gli orizzonti di pensiero. Devono essere bei libri, certo, perché è la bellezza sempre e comunque l’ispirazione per migliorarci: stuzzica la nostra empatia, allena la creatività, affina la capacità di districarci tra i problemi dell’esistenza.

Qui consigliamo 10 libri per diventare una persona migliore. Dieci romanzi tra cui scartabellare per scegliere un illuminante regalo di Natale.

Un uomo di Oriana Fallaci

Un libro intenso e intimo. La storia di Alekos Panagulis, che fu compagno di vita di Oriana Fallaci. Uomo tenace, mai disposto a piegarsi, a suon di anni di carcere e torture lottò in Grecia contro la dittatura dei Colonnelli. Un eroe che Oriana tanto amò, di un amore tormentato e appassionato. «L’unico modo per non soffrire è non amare, che nei casi in cui non puoi fare a meno di amare sei destinato a soccombere».

L’insegnamento: Alekos è come un faro, solo, stoico, luminoso, a cui aspirare. Un inno alla libertà.

Middlesex di Jeffrey Eugenides

«Sono nato due volte: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1960 in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto 1974, al pronto soccorso di Petoskey, nel Michigan». Questo l’incipit di Middlesex, meravigliosa epopea famigliare a cavallo di tre generazioni dove Cal, nato Calliope, ermafrodito che ha vissuto i suoi primi anni come bambina per poi scoprire la sua doppia natura e vivere con gioia il suo corpo, racconta con ironia e tenerezza la storia della sua vita e della sua famiglia.

L’insegnamento: Cal e la strana famiglia degli Stephanides ci addestrano ad amare noi stessi e le nostre origini, pur con le loro eccentricità. E a non aver paura della propria natura, per quanto sorprendente possa rilevarsi.

L’eleganza del riccio di Muriel Barbery

Prendi una ragazzina d’alta famiglia, geniale e nichilista, che ha deciso di farla finita, e la portinaia di uno stabile parigino, grassoccia, sciatta, con la tv sempre accesa, che si rivela invece donna molto istruita e profonda conoscitrice di filosofia, cinema, musica classica e cultura giapponese. L’incontro tra due diversità così simili, che hanno scelto per sé stesse analoghi nascondigli.

L’insegnamento: dietro alle spine di un riccio, può nascondersi un mondo interiore bellissimo da scoprire. Un invito ad andare oltre le apparenze e a guardare la vita con occhi nuovi.

Il vecchio che leggeva romanzi d'amore di Luis Sepúlveda

Una storia breve e poetica, ai margini della foresta amazzonica ecuadoriana. Un vecchio aspetta con trepidazione l’arrivo nel villaggio del dentista, che ogni volta gli porta romanzi d’amore. E intanto, alla ricerca di un tigrillo infuriato perché i suoi cuccioli sono stati uccisi per mano dell’uomo, ripercorre la sua vita da colono accolto dagli indigeni Shuar, tra mondo civilizzato e natura.

L’insegnamento: una favola per affinare il senso di rispetto verso l’ambiente e verso gli equilibri della natura, ammaliati dalla bellezza della foresta.

Il buio oltre la siepe di Harper Lee

Capolavoro che non invecchia mai, con gli occhi della piccola Scout conosciamo e amiamo Atticus Finch, padre vedovo che con sensibilità e saldi principi si occupa dell’educazione dei suoi due figli nell’Alabama degli anni ’50, avvocato coraggioso antirazzista, calmo e risoluto, che difende un nero accusato di stupro. Al di là della siepe, intanto, si cela un vicino mai conosciuto.

L’insegnamento: Il buio oltre alla siepe è lo sprone ad andare oltre i pregiudizi e oltre le siepi che separano dell’ignoto, temuto solo perché non noto. Una magistrale lezione di accoglienza del diverso.

L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera

Nella Praga del 1968 Thomas ama Tereza, ma non riesce a rinunciare alla sua amante Sabina, che ama Franz. In un’indagine sottile tra le ragioni della leggerezza e il disinganno della pesantezza. Einmal ist keinmal, dicono i tedeschi, ovvero «ciò che si verifica una sola volta è come se non fosse accaduto mai». Se l'uomo può vivere una sola vita, è come se non vivesse affatto.

L’insegnamento: se davvero tutto è fugace, perché arrovellarci a trovare risposte a domande folli? Il suggerimento: dare  alle cose il giusto peso.  

Il barone rampante di Italo Calvino

Quello che all’inizio può sembrare un capriccio di dodicenne dopo una lite in famiglia, diviene una straordinaria scelta di vita per il giovane rampollo Cosimo Piovasco di Rondò, che sale su un albero e decide di non scendere più. Con ostinazione sovrumana, trascorre tutta la sua esistenza di ramo in ramo. Un atto di ribellione verso i genitori e il mondo intero.

L’insegnamento: ci insegna a osservare la realtà da altre prospettive. Fa il pari con un altro stuzzicante romanzo breve di Calvino, della stessa trilogia araldica I nostri antenati, Il visconte dimezzato: per riflettere sul conflitto interiore tra bene e male e guardare alla parte inesplorata di noi stessi.

Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse

Narciso è un giovane dotto e ascetico destinato alla vita religiosa, Boccadoro è uno studente irrequieto, vagabondo e artista. Seguendo la loro amicizia, ci si muove sul contrasto tra spirito e natura, fra logos ed eros, fra ascesi e arte.

L’insegnamento: l’animo umano è così complesso che non possiamo appiattirci e recluderci in un’unica via. La chiave della realizzazione personale? Accettare la propria natura.

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flagg

Piccolo grande romanzo che molti hanno scoperto grazie al celebre film, è anche più audace della pellicola di Jon Avnet. Altro che amicizia ambigua tra l’ammalia-api e la povera Ruth. Tra Ruth e Idgie è vera storia d’amore lesbico, mentre sullo sfondo la società americana degli anni ‘30-‘40 fatica a vedere la popolazione nera al di là dei ranghi della schiavitù.

L’insegnamento: grazie alla temeraria Idgie impariamo a osare, grazie alla dolce Ruth impariamo ad amare, in una lezione fresca e vitale contro l’omofobia, il maschilismo e il razzismo.

L’idiota di Fëdor Dostoevskij

Romanzo straordinario, ha per protagonista il principe Myskin, rampollo aristocratico dallo spirito puro, dolce e strano, mite e ridicolo, che con la sua disarmante bontà e assoluta innocenza non si lascia cambiare dalla mediocrità che ha attorno. La grandezza d’animo fatta persona. Eppure dal destino così drammaticamente segnato. Pazzo idealista destinato alla sconfitta.

L’insegnamento: L’idiota spinge a sollevarci oltre i falsi valori materiali, ambendo alla nobiltà d’animo ma, vista la finaccia del principe, magari senza sconfinare nell’utopia.