Eventi

In Utah durante (e non) il Sundance Film Festival di Robert Redford

di Alessandra Mattanza - 22 Gennaio 2020

A Park City e Salt Lake City per il Sundance Film Festival

Le montagne nello Utah hanno qualcosa di magico, con cime innevate, infinite distese di paesaggi che corrono verso un lontano orizzonte, sovrastate da grappoli di nuvole inseguite dal vento, in arabeschi di cielo azzurrissimo. Vantano inoltre località molto alla moda, paesini caratteristici, con vie costellate da boutique e negozietti di artigianato, come di caffè e ristoranti, di bar, che di sera si riempiono di gente fino alle prime ore del mattino, e spettacolari piste da sci (lo si può praticare almeno fino da aprile). Una di queste è Park City.

Grazie a Robert Redford, che ha deciso di ambientarvi il suo Sundance Film Festival a gennaio (quest’anno dal 23 gennaio al 2 febbraio), è divenuta una delle mete più ambite per i patiti degli sport invernali e della dolce vita, dato che vi si sono sviluppati condomini di superlusso e resort simili a “castelli” tra le nevi, pur nel rispetto della magnifica natura circostante e del paesaggio.

Allo stesso modo, la vicina Salt Lake City, fondata da pionieri mormoni e ancora fulcro di questa comunità, è sempre più emergente a livello internazionale, vibrante e attiva economicamente, con moltissimi nuovi locali interessanti, dato che le aziende high-tech sono in crescita e un colosso come Goldman Sachs vi ha sede.

Sundance Film Festival 2020: le feste e gli eventi più belli

  • AT&T è al Sundance Film Festival con la WarnerMedia Lodge: Elevating Storytelling with AT&T, un programma per elevare il valore di talenti e storie nel cinema, ospitato all’Heber & Main, su Main Street, e con il Jon & Vinny’s Variety Studio, dove si tengono molte interviste con le celebrity, in partnership con il brand del ristorante italiano di Jon Shook e Vinny Dotolo, in pop up al festival. Si terrano party, degustazioni gastronomiche e concerti di musica dal vivo. Tra gli eventi più interessanti ci sono quello di Viggo Mortensen per il film Falling e quello di Vincent per The Nowhere Inn.
  • Gucci con il suo programma CHIME FOR CHANGE fa anche un grande evento, il 26 gennaio, a The Shop, 1167 Woodside Avenue. Ci sarà una proiezione speciale di Sitara: Let Girls Dream, un cortometraggio di un film d’animazione del premiato regista Sharmeen Obaid-Chinoy. La storia segue le vicende di Pari, una giovane ragazza, i cui sogni sono infranti quando viene costretta a un matrimonio. Nel mondo ci sono 12 milioni di bambine promesse spose… E, questo progetto vuole creare consapevolezza sul problema. Dopo la proiezione è organizzata una discussione con il regista, il produttore esecutivo Ari Wengroff, moderata dalla corrispondente di VICE News, Paola Ramos. Seguiranno cocktail e una festa. Per sostenere invece questa causa: LetGirlsDream.org
  • Joseph Gordon-Levitt, fondatore insieme a Jared Geller da 10 anni della piattaforma musicale, artistica e creativa HITRECORD, che permette a talenti da tutto il mondo di connettere su internet e collaborare insieme a progetti, commemora il suo anniversario, con un paio di eventi (il 24 e 26 gennaio al Sundance ASCAP Music Cafe).
  • Chase Sapphire, nel suo quartier generale a Main Street, organizza feste altrettanto interessanti con molte star, in partnership con LA Times, lo Chef Brooke Williamson, che proporrà degustazioni da gourmet, DoorDash e Lyft. Tantissimi gli eventi: la festa TAO Park City – Chase Sound Check with Mark Ronson, per il progetto Sapphire Creators, in cui diversi talenti artistici collaborano per creare progetti e per cui si è preparata una selezione musicale su Spotify, e quella del film Bad Hair, con Laverne Cox; i panel di Worth, con Stanley Tucci, prodotto da Michael Keaton, quello di Four Good Days, con Glenn Close e Mila Kunis, di Palm Springs con Andy Samberg, di Downhill con Julia Louis-Dreyfus Lupita Nyong’o; i party per Shirley, con Elisabeth Moss, per Wander Darkly, con Sienna Miller, per The Nest, con Jude Law, per Nine Days con Bill Skarsgard (protagonista pure delle serie di film It).
  • Sundance TV HQ, che si trova su Main Street, ospita eventi altrettanto interessanti, in partnership con The Hollywood Reporter e l’Hollywood Foreign Press Association. Tra questi si presenta il podcast di successo The Moth, non-profit e basato a New York, dedicato alle arti e al potere delle storie, una festa per la premiere di The Glorias, basato sul memoir My Life On the Road dell’icona femminista Gloria Steinem, con Julianne Moore, Alicia Wikander, Bette Midler e Timothy Hutton e diretto da Julie Taymor, e l’HFPA Panel: “Women Breaking Barriers Year 3: Where Are We Now?” con Kerry Washington.
  • Brand Storytelling ha in programma un “festival nel festival” con diversi brand e talenti nella pubblicità e nell’imprenditoria oltre che nel cinema. Ci sarà un panel con l’attore Dennis Quaid, Jingle Jared Gutstadt e la cantautrice di musica country Scarlett Burke, che hanno lanciato un podcast narrativo musicale. Il quartier generale è a The Lodges at Deer Valley. Tra gli altri brand presenti ci sono REI, HP, Johnson & Johnson, Marriott International, Charles Schwab, Pepsico.
  • Kia Telluride Supper Suite, a The Mustang in Main Street, presenta un programma con sponsor mou boots, ic! London, Laundry by Shelli Segal, Original Penguin, e con drink di Peroni, The Balvenie Scotch, Hendrick’s Gin, Milagro Tequila, Reyka Vodka. Ci sarà una cena con Rachel Brosnahan (famosa per la serie TV The Marvelous Mrs. Maisel), feste per film come quella per Possesor con Andrea Riseborough.

Park City: neve, film e glamour

Park City era nata come una cittadina di minatori d’argento e i resti delle miniere, ora patrimonio storico, si possono ancora ammirare se si fa hiking. Ora è una delle maggiori mete sciistiche al mondo, con anche la località di Deer Valley, dove hanno preso casa di vacanza diverse celebrity, tra cui Mel Gibson, Justin Bieber, Taylor Swift e tanti altri, e dove si trovano splendidi hotel di lusso e svariati impianti, e l’Utah Olympic Park, costruito durante le Olimpiadi invernali del 2002, dove si allenano ancora adesso tanti atleti americani e internazionali. Il Park City Mountain Resort è l’area sciistica più vasta di tutti gli Stati Uniti, collegata con la zona Canyons Village. A Gorgoza Park si pratica lo snow tubing e ci sono molte mini-snowmobile. E’ prediletto dalle famiglie con bambini.

Lungo Main Street, la via principale, si trovano molti ristoranti e caffè, che durante il Sundance Film Festival, a volte, si trasformano in venue per party ed eventi. Tra i più belli ci sono Riverhorse on Main, con cucina eclettica americana, il giapponese Yuki Yama Sushi, il brasiliano The Bridge Cafe and Grill, Fletcher’s con cocktail interessanti, lo spagnolo 710 Bodega Tapas And Wine, il Prime Steak House and Piano Bar, per magnifiche bistecche e piatti di carne, Vinto Pizzeria, per flair italiano,  501 On Main, con una scelta vegetariana, Chimayo, con sapori del Sud, in un ambiente suggestivo e caldo, Purple Sage, creativo e contemporaneo, l’elegante italiano Grappa, l’asiatico Shabu. Al No Name Saloon, con arredi davvero originali ed eclettici, con ogni sorta di oggetto e cosa appesi alle pareti e al soffitto, si sorseggiano drink, birra e whisky, con hamburger di bisonte e altre pietanze tipiche. Il Butcher’s Chop House & Bar, in una via accanto, offre gastronomia tipica e internazionale, con pietanze di carne e pesce.

La distilleria High West Distillery & Saloon è un altro posto dove andare assolutamente, per godersi squisiti piatti locali, come le costolette di maiale al bourbon, e fantastici whisky e altri alcolici originali.

Al Kimball Art Center si scoprono artisti regionali e nazionali, in mostre di dipinti e disegni, fotografia, artigianato e arti visive.  

Salt Lake City: business e natura

Fu fondata nel 1847 da pionieri mormoni, nel cuore del deserto. Temple Square è un impressionante complesso storico di imponenti edifici religiosi e del tempio della chiesa mormona, The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints. Famoso è il coro di The Tabernacle.  Molto interessanti da vedere sono il Natural History Museum of Utah, con tantissimi reperti e scheletri di dinosauri, il Clark Planetarium, il monumento Utah State Capitol, il giardino botanico Red Butte Garden, e, se volete fare shopping, il City Creek Center è un ottimo centro commerciale, con molti negozi dedicati all’abbigliamento invernale e sportivo.  

Tra i ristoranti più popolari al momento ci sono gli americani Pago, HSL e The Copper Onion, il giapponese Takashi, Eva, mediteranno di spirito contemporaneo e con buonissimi cocktail, il messicano Red Iguana, i bistro hip Tin Angel, The Dodo e Pallet, che offre cocktail creativi, il cocktail bar vintage Whiskey Street Cocktails & Dining, con una vasta selezione di birra e whisky. Un paio di buoni locali italiani sono Settebello, per la pizza, e Valter’s Osteria, con ambiente elegante. Squisite bistecche si gustano da Ruth’s Chris Steak House.  

Il lago salato Great Salt Lake è ideale per praticare hiking, con paesaggi veramente suggestivi. Un luogo unico e magico è Antelope Island State Park, un’isola che diviene una penisola quando l’acqua del lago è minore. E’ popolata da molti bisonti, antilopi e altri animali ed è possibile andare a cavallo in una fattoria di cowboy. La foresta Wasatch National Forest offre scenari altrettanto bellissimi, anche in inverno, quando è spesso ricoperta da una coltre di neve.

Dove Dormire

Deer Valley e Park City

Hotel Park City, Autograph Collection: con la struttura di grande baita di montagna di lusso, questo albergo organizza tanti eventi con artisti e mostre. E’ vicino al campo da golf di Park City, oltre che alle piste da sci.

Park City Peaks Hotel: grande presenza di legno e una calda ospitalitá distingue questo albergo, che ha lo stile di una residenza di montagna. E’ ideale per le famiglie con bambini, perché propone diverse attivitá a prezzi contenuti. Al suo ristorante Versante Hearth + Bar si preparano saporiti pizza, sandwich e hamburger.

Montage Deer Valley: questo grande resort ha piscina esterna ed interna e vanta un lusso incredibile, oltre che locali veramente interessanti e perfino uno spazio per il bowling. Durante il Sundance Film Festival ha in programma Live at Montage, una serie di serate musicali esclusive con grandi musicisti nell’ambiente intimo della Vista Lounge. La sua grande spa è considerata un “santuario di benessere”. Tra i ristoranti ci sono l’elegante e raffinato Apex, quello più causal Burges & Bourbon, quello a cucina aperta Daly’s Pub & Rec, che si trova dove c'é il settore dei giochi, il giapponese Yama Sushi. Questo albergo giace direttamente sulle piste da sci e organizza gite di una giornata all’Arches National Park, ai Canyonlands, al Grand Canyon e al parco dello Yellowstone.  

The St. Regis Deer Valley: è accoccolato tra le montagne e si può anche raggiungere con una funicolare panoramica. Il complesso come le stanze è lussuoso, come il servizio del personale, che offre consigli su cosa visitare nella zona. Veramente spaziose sono le suite. Ospita il famoso ristorante J&G Grill di Jean-Georges Vongerichten. Ha piscine di acqua riscaldata e un famoso centro benessere, la Remède Spa.

Salt Lake City

Kimpton Hotel Monaco: è l’albergo più hip, di design e alla moda, di tutta la città. Le camere sono curate nei dettagli e veramente originali, oltre che spaziose. E’ noto per il suo ristorante americano-contemporaneo Bambara, con un bar, dove si servono ottimi vini e incredibili cocktail. Vi si incontrano molti uomini d’affari e imprenditori dopo il lavoro, anche solo per un drink. La posizione di questo boutique hotel, eco-friendly, è ottima, perché si trova a Downtown, dove si raggiungono a piedi moltissimi locali e monumenti. Inoltre, il design è veramente interessante, colorato e giocoso. Nelle camere ci sono materassini per praticare lo yoga. E, sono ben accetti gli animali.  

Provo  

Sundance Mountain Resort: da qui tutto è cominciato… “Sundance sarà sempre un sogno…” sostiene Robert Redford, che scoprì questa terra, mentre stava girando Butch Cassidy con Paul Newman. Dopo averla acquistata, nel 1969, vi realizzò anche Corvo Rosso non avrai il mio scalpo (se amate il film, fatevi accompagnare da una guida sui luoghi dove l’hanno girato). E, fu qui che Bob, come viene chiamato dai locali, fondò il Sundance Film Festival, a Provo, a circa un’ora da Park City, dove è stato trasferito quando divenne più grande.

Adesso si può respirare lo spirito di una vera comunità di artisti, perché tanti vi vivono, come quelli che soffiano il vetro o che espongono nell’attigua galleria d’arte, tra cabin nella foresta e vere e proprie ville da prendere in affitto. Tutto è eco-friendly, dato che Redford fu uno dei primi a utilizzare i pannelli solari e adesso questo resort pratica il riciclaggio. Anche se non vi si dorme, si possono frequentare i locali: il ristorante elegante Tree Room, il locale, in stile Western, Foundry Grill, il bar Owl Bar, dove andava in passato la band di Buth Cassidy e dove si fa spesso musica dal vivo.

Si possono seguire anche corsi di pittura, artigianato, come costruire braccialetti e anelli, praticare diversi sport, sci, snowboard e sci da fondo in inverno, come andare a cavallo, fare hiking e perfino la pesca fly fishing in estate. Esiste un servizio personalizzato per ogni cliente: quindi per qualsiasi altra attività, basta fare richiesta. Nello shop, oltre ad oggetti artigianali creati da artisti e opere d’arte, souvenir, bigiotteria, libri, prodotti di cosmetica, candele e saponi, si può acquistare la linea di abbigliamento e accessori Sundance.  

Come arrivare a Salt Lake City

Tra le migliori compagnie aeree per arrivare a Salt Lake City ci sono Delta Airlines, che è anche in partnership con Alitalia, United, American Airlines.

Vedi anche