Uomini

Napapijri sceglie la Green Week milanese per presentare Futurewear

29 Settembre 2019

Iper-tecnologica e sostenibile: la collezione “Futurewear by Napapijri” rappresenta una dichiarazione d’intenti da parte del brand. Ma è solo un tassello di una strategia più ampia

Quello per la sostenibilità è un percorso: lungo, complesso e da affrontare con serietà. Anche nel mondo del fashion.

Ma c'è chi questo percorso lo ha iniziato prima, e chi sta ancora muovendo i primi passi.

Napapijri appartiene al primo gruppo, avendo eliminato già da anni l'uso di pelliccia animale e anche quello delle piume d'oca.

Quindi non fa storcere il naso che il brand abbia scelto proprio la Milano Green Week - settimana milanese dedicata all'ambiente e alla sostenibilità (dal 24 al 30 settembre) - per presentare la sua nuova collezione "Futurewear by Napapijri", che ruota tutta attorno alla tecnologia applicata alla moda per evitare sprechi e ridurre inquinamento ed emissioni.

Al centro della collezione le giacche "Superlight", innovative produzioni che regalano forme eleganti e dettagli raffinati ma fanno a meno di imbottiture naturali grazie a un isolamento termico in fibra. Ma anche la maglia digitale di Ze-Knit, costruite attraverso un unico filo (tinto in massa, altra scelta ecosostenibile) che va a costruire prodotti su misura, minimizzando gli sprechi di tessuto.

E poi c'è Infinity, giacche realizzate al 100% in materiale riciclabile - imbottitura e finiture sono realizzati in Nylon 6 - e, nel caso del tessuto, riciclato: l'Econyl con cui è prodotto è un filo di nylon 6 rigenerato da reti da pesca e altri materiali di scarto. Un infinito esempio di economia circolare accompagnato da un programma di ritiro delle giacche non più usate.

Vedi anche