Capelli uomo: 5 tagli classici consigliati dall’esperto


Da Marlon Brando fino a Paul Newman, l’hair stylist Davide Diodovich ha selezionato i look maschili intramontabili a cui ispirarsi e i prodotti da scegliere

di Eleonora Gionchi

I grandi attori di Hollywood hanno influenzato profondamente lo stile maschile, in ogni sua declinazione, e continuano tutt'ora a farlo. Basti pensare a nomi come Marlon Brando e Paul Newman che, con la loro personalità, hanno reso celebri divise da perfetti gentleman e giovani ribelli, anche grazie ai tagli di capelli sempre curati che sfoggiavano nelle pellicole. Per Icon, l'hair stylist Davide Diodovich, fondatore del DD The Studio di Milano, ha selezionato il look di 5 personaggi che sono diventati grandi classici, da ricreare oggi con nuovi prodotti di styling.

Marlon Brando
«Eterno, indefinito e misterioso, il taglio di Marlon Brando ha una texture morbida e compatta che crea una linea pulita e definita sulla fronte ed è realizzato con una tecnica di taglio semplice. Il vantaggio di questa scelta è la facile gestione perché bilanciato sulla parte superiore grazie ad una lunghezza diversa da quella laterale. Riguardo allo styling è perfetta una gelatina dall’effetto lucido e dalla consistenza morbida, pratica da applicare».

James Dean
«Leggendario, epico, ribelle, questo look è perfetto per chi è alla ricerca di un risultato anticonformista, che lascia completamente in primo piano il viso, scoperto totalmente. Solitamente lo consiglio a un uomo forte e deciso ed è eseguito con quella che, in gergo, si chiama forbice accademica che realizza tagli precisi e netti. Per la manutenzione è necessario un semplice spray secco, come una lacca a lunga tenuta».

Paul Newman
«Un taglio modellato sulla persona e soprattutto sulla forma della testa, in questo caso si tratta di un countouring molto definito e scolpito così da sottolineare il volto. Il risultato è leggermente più corto ai lati e più lungo sopra, per questo a livello di styling sono necessari due tipi di prodotto: è infatti adatta sia una pasta dalla consistenza opaca, così che il risultato sia naturale, ma anche un prodotto dalla consistenza più polverosa che permette di rendere più morbido il ciuffo e giocare su un’eventuale piega».

Steve McQueen
«Consigliato per un uomo che ama un look deciso e fuori dagli schemi. I lati sono caratterizzati da un taglio più irregolare soprattutto vicino alle orecchie e alla nuca; la particolarità di questa scelta è che si mantiene nel tempo grazie ad un movimento morbido del capello. Il prodotto adatto è un olio o uno spray che asseconda il movimento del capello, già quando sono umidi, creando un po’ il risultato di chioma vissuta, simile a quella dei surfisti».

Jean Paul Belmondo
«È un taglio molto classico, chiamato twist cutting, consigliato a chi cerca qualcosa di pratico e che, onestamente, non ha molta voglia di pettinarsi. Questo infatti è un look che non richiede manutenzione, la riga è laterale e segue la forma naturale del capello stesso, leggeremente più corto ai lati e più lungo in cima, così da avere un ciuffo da tirare indietro. Essendo quindi molto essenziale, lo styling è praticamente naturale e non c'è bisogno di nessun prodotto, per questo consiglio solo uno shampoo secco così da avere il capello sempre pulito».