Beauty

Integratori anticaduta e vitamine per la pelle, gli indispensabili in autunno

di Eleonora Gionchi - 20 Ottobre 2020

Gli integratori di vitamine e minerali sono fondamentali per prendersi cura di capelli e pelle durante la stagione autunnale. Due esperti spiegano il perché.

Autunno, tempo di caduta dei capelli e anche di una pelle più grigia e spenta. Per questo chioma ed epidermide hanno bisogno di un aiuto in più: integratori e vitamine diventano indispensabili.

Abbiamo chiesto alla dott.ssa Elisabetta Sorbellini, Specialista in dermatologia e consulente del laboratorio HMAP di Giuliani, e al dottor Guido Cornegliani, Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica presso le cliniche di Medicina e Chirurgia estetica Juneco, qualche consiglio su come affrontare questo periodo dell'anno.

Per i capelli, vitamine B e D

I segni dell’estate si notano soprattutto nelle chiome già diradate, dove si verifica un accumulo dei radicali liberi dovuto a una esposizione “selvaggia” estiva: «Questa condizione comporta il blocco della fase anagen, ossia della crescita del capello, che è ancora più marcata se il cuoio si è scottato sotto al sole. A ciò si aggiunge la fisiologica caduta del capello tipica dell'autunno e della primavera», spiega la dott.ssa Sorbellini.

Per affrontare questi problemi si ricorre sia a una dieta sana ed equilibrata sia all’uso di integratori, in particolare quelli a base di vitamine del gruppo B: ideale la vitamina B7, ovvero la biotina, la B12 e la B9, cioè l’acido folico, oltre al gruppo D. Queste vitamine infatti favoriscono un migliore assorbimento degli elementi nutritivi degli alimenti e in particolare dello zinco, elemento fondamentale per la produzione di cheratina, alla base di capelli e unghie, che combatte e riduce radicali liberi e stress ossidativo. Non solo, ma la B7 e tutto il gruppo D prevengono e contrastano eventuali irritazioni del cuoio capelluto. Così facendo si stimola la crescita di una chioma più forte e più sana.

Per la pelle

Discorso molto simile anche per la pelle che ha bisogno di una dose di vitamine in questo periodo, in particolare dei gruppi A, C ed E.

Rispetto a quella femminile, l’epidermide maschile presenta delle differenze: prima di tutto ha uno spessore e un turgore più marcato ma, rispetto a quella femminile, presenta maggiori segni, soprattutto di cronofotoaging causati da una minore attenzione degli uomini verso la protezione solare e la routine quotidiana. Di conseguenza, la pelle maschile è più disidratata e secca, ma anche più infiammata a causa della barba. «In questo caso le vitamine sono fondamentali perché svolgono azioni nutritive, rigeneranti e idratanti», spiega il dottor Guido Cornegliani.

La vitamina A «Protegge la pelle e svolge un’azione anti-ossidante prevenendo quindi la comparsa delle rughe», spiega l’esperto, «la C svolge invece un’azione più complessa: da un lato riduce la tossicità dei radicali liberi e dall’altro amplifica le proprietà antiossidanti di altre sostanze, come la vitamina E, potenziandone gli effetti. Non solo, svolge un’azione illuminante: elimina infatti il grigiore della pelle tipico di questa stagione causato da stress e squilibri rinforzando le barriere protettive esterne da inquinamento e agenti ambientali». In altre parole, garantisce che la pelle appaia bella e meno spenta. Infine, è da ricordare anche la vitamina E, fondamentale perché è un iperidratante cutaneo e un antinfiammatorio, e aiuta a rinforzare la barriera cutanea dalle aggressioni esterne.

Ecco gli integratori utili per questa stagione:

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche

Beauty

Shave gel o shave cream: quale scegliere?

È questione di esigenze, di tempo e anche di abitudine: il sapone da barba è ideale per gli amanti della rasatura tradizionale, il gel, invece, è più pratico e adatto a chi va sempre a 100 all'ora.