Beauty

Al mare, ma non solo: come proteggere i capelli dai danni del sole

di Eleonora Gionchi - 12 Giugno 2020

Come difendere la chioma in estate? Sole, cloro e salsedine la rovinano con conseguenze che si presentano anche in autunno. Le regole e i consigli dell’esperto.

L’accoppiata 'capelli ed estate' non è tra le più vincenti, bisogna ammetterlo. E non vale solo per le chiome femminili, ma anche per quelle maschili che subiscono i danni di sole, salsedine, cloro e caldo. Senza contare che, non parlandone mai abbastanza, si tende a sottovalutare questi danni che, invece, si prolungano anche fino all’autunno. Lorenzo Marchelle, hairstylist di Alfaparf Milano, ci aiuta a capire quindi come comportarci.

L’ABC dei capelli sotto al sole

Perché è così importante proteggere la chioma in estate? A differenza della pelle, di cui se ne parla moltissimo e che ha la capacità di autorigenerarsi, i capelli non hanno questa “funzione” e la fotodegradazione causata proprio da un’esposizione selvaggia danneggia irrimediabilmente la chioma. I raggi ultravioletti infatti agiscono sulla cheratina e indeboliscono il fusto mentre la salsedine intacca il rivestimento del capello stesso disidratandolo. Il risultato? In autunno non solo si ha una chioma arida ma soprattutto fragile, che causa una caduta dei capelli più abbondante rispetto alla classica fisiologica. “Per questo è importante avere con sé in spiaggia un prodotto protettivo da applicare prima di esporsi e dopo ogni bagno. Si stende in maniera uniforme con i polpastrelli sulle punte e poi sul fusto. Se poi, durante la giornata, indossate un capellino in cotone meglio ancora” spiega Lorenzo Marchelle.

E questo non solo perché “l’effetto paglia” è dietro l’angolo, ovvero quando la chiome perde in morbidezza diventando stopposa, arida e asciutta perché sfibrata dal caldo e dall’azione di sale e cloro: “Non a caso si consiglia sempre di fare una doccia con acqua dolce subito dopo il bagno in mare o in piscina proprio per eliminare i residui che, oltre a irritare la pelle, agiscono anche sulla chioma stessa” spiega l’esperto.

Un altro danno? La schiaritura e lo sbiadimento del colore. Il tanto tempo passato all’aria aperta, soprattutto sotto al sole, aumenta i radicali liberi che causano uno schiarimento o sbiadimento del colore. Come comportarsi quindi? “Scegliendo prodotti specifici per la stagione, uno shampoo delicato e nutriente perché in questo periodo i capelli si lavano tutti i giorni e hanno quindi bisogno di una dose extra di nutrimento. In più, uno spray senza risciacquo per preservare l’idratazione e il nutrimento è senza dubbio un alleato necessario” conclude l’esperto.

I prodotti per proteggere i capelli dal sole:

tag
capelli

Vedi anche