Beauty

Saponette vintage: il regalo perfetto per uomini d’altri tempi

di Eleonora Gionchi - 25 Novembre 2019

La saponetta, o meglio sapone solido, è ormai tornato in auge ed è diventato negli ultimi anni uno dei possibili regali di Natale.

Piccola e compatta, è il regalo perfetto per l’amico globe-trotter, ma anche per quello dall’animo un po' vintage o per i parenti d'altri tempi.

La saponetta, o meglio sapone solido, è ormai tornato in auge ed è diventato negli ultimi anni uno dei possibili regali di Natale. Complici tre fattori, il pack, la profumazione e la versatilità.

Come scegliere le saponette giuste da regalare

Tonde, quadrate o rettangolari, le saponette hanno rifatto la loro - profumata - comparsa.

Nato nel 2800 a.C. in Mesopotamia, oggi il sapone è adatto non solo nel suo uso più classico, lavarsi le mani, ma anche per profumare la biancheria o essere esposto in bella vista in bagno, visto anche i packaging particolari e le profumazioni invitanti.

Sceglierle non è difficile, basta assecondare i gusti del destinatario: per il gentleman contemporaneo le classiche note di lavanda, bergamotto e agrumi sono sempre perfette e adatte tutto l’anno.

Altrettanto classiche ma più ricercate quelle di geranio, tabacco, cuoio, molto eleganti e sfiziose.

Si può puntare invece su note esotiche, lime, fico, fiori esotici, e molto più particolari, anche nella lavorazione, se l’amico è un viaggiatore incallito, in questo caso allora attenzione anche a sceglierne una con una confezione in latta così che potrà sempre portarla con sé.

Ma visto che anche l’occhio vuole la sua parte, le saponette dai colori vitaminici sono perfette per essere usate al mattino, proprio perché danno una sferzata di energia, viceversa quelle dagli aromi rilassanti sono adatte se si vuole iniziare o concludere la giornata con calma.

Nell’indecisione invece si può puntare sul classico sapone neutro, magari dal design particolare che possa essere attaccato all’interno della doccia per renderlo più pratico al mattino.

Vedi anche