Buon compleanno Alessi! La festa dura un anno, tutto di edizioni speciali

Buon compleanno Alessi! La festa dura un anno, tutto di edizioni speciali

di Digital Team

Alessi compie cent’anni e celebra i suoi valori fondanti con progetti d’autore

Alessi fa cent’anni, un secolo iniziato tra i fornelli per poi ampliarsi rapidamente e indelebilmente a tutti gli ambienti domestici. Chi non ha in casa almeno un oggetto uscito dall’azienda di Crusinallo, sul lago d’Orta, alzi la mano. Le celebrazioni per un anniversario così rilevante sono partite a maggio, ma non preoccupatevi, durano un anno. Per far festa come si conviene è stata ideata la Alessi 100 Values Collection che dà forma ai valori fondanti dell’azienda, ai credo della “Fabbrica dei Sogni”. 

«Sono dodici valori, ciascuno rappresentato», come spiegano dall’azienda, «da un progetto inedito che ha radici profonde: oggetti mai realizzati, prove di studio e nuove versioni di classici d’autore». E superclassici sono gli oggetti di settembre, vale a dire i cavatappi Anna G. e Alessandro M. che nella nuova edizione dedicata al centenario, si vestono del decoro Galla Placidia. Disegnati da Alessandro Mendini che è stato forse il più importante tra gli importanti designer che hanno collaborato con Alessi, testimoniano il valore dell’ibridazione di culture e discipline differenti che, come afferma Alberto Alessi, è «parte fondamentale della pratica progettuale di Alessandro Mendini, che ha sempre amato aprire il suo universo progettuale all’influenza di altri mondi: nel caso di Anna G. e di Alessandro M., in questa versione speciale, si è nuovamente ibridato il mondo del design “colto” con l’esasperato decorativismo della moda».

Alessi 100 Values Collection

Cosa c’entra il mausoleo di Ravenna? Sono state le luci, i colori dei mosaici dell’architettura bizantina a ispirare, nel  lontano 1984, a Mendini il gioco di forme e colori del decoro qui ripreso. E non è il primo progetto di Mendini ad apparire in questa celebrazione. Già a giugno, infatti, è stato editato, per dare forma al secondo valore e cioè l’arte (componente imprescindibile del fare design), il vaso 100% make-up Proust. “100% Make Up” si intitolava nel 1992 una collezione di vasi i cui decori erano stati realizzati da 100 artisti. Ora, rimasta uguale la forma e anche i dettagli d’oro che griffavano quello disegnato da Mendini, è stato scelto come decoro quello puntinista, inventato per la famosa poltrona Proust. L’edizione è numerata a 999 esemplari, un ghiotto oggetto del desiderio per i collezionisti.