Donne

È morta Wanda Ferragamo, signora dello stile Made in Italy nel mondo

di Chiara Degl’Innocenti - 20 Ottobre 2018

Addio alla donna che, dopo la morte del marito Salvatore, ha reso la Ferragamo Spa una casa di moda iconica

Wanda Miletti Ferragamo, capostipite di una delle più importanti famiglie fiorentine e vedova dal 1960 di Salvatore ancora oggi ricordato con il soprannome di “calzolaio dei sogni”, è morta a 96 anni a Fiesole.

Presidente onorario della Salvatore Ferragamo SpA, Wanda è stata alla guida del gruppo proprio dall’anno della morte di suo marito, fondatore dell'azienda, di cui lei aveva assunto la presidenza passata poi al figlio Ferruccio Ferragamo, oggi presidente della casa di moda di cui Micaela Le Divelec Lemmi è amministratore delegato.

Leggi anche: Ferragamo: 100 anni di storia delle scarpe icona

Leggi anche: Ferragamo e i profumi

Erede di un impero impegnativo, Wanda ha saputo con tenacia e lucida visione economico-commerciale far crescere nel tempo la Salvatore Ferragamo (negli anni anche con l’aiuto degli altri figli) rendendola sempre di più una grande casa di moda che è riuscita a fare il “grande passo” dalla “mono-produzione di calzature al mercato del pret-à-porter e del total look", come si legge da una nota dell'azienda.

Nata nel 1921 a Bonito (Avellino), dove suo padre era medico, Wanda aveva sposato Salvatore Ferragamo nel 1940 quando lui era rientrato dagli Stati Uniti dove, da semplice calzolaio, era emigrato in cerca di una fortuna.

Ora la si ricorda come la donna che, insieme alla famiglia, ha dato vita all’impresa del lusso Ferragamo Spa grazie all’ingegno e all’inconfondibile stile made in Italy che hanno reso il brand fiorentino un marchio riconosciuto e stimato nel mondo a partire dal dopoguerra in poi. Amata dagli amanti della raffinatezza e da tante star di Hollywood, la Ferragamo ha avuto tra le tante sue clienti celebri Judy Garland, Greta Garbo, Audrey Hepburn, Ava Gardner. Fino a Marylin Monroe e Sofia Loren che hanno contribuito a rendere la griffe uno dei riferimenti nella moda.

Vedi anche