ICON per

Dare energia ai progetti del futuro

8 Aprile 2019

Edison aiuta a dare concretezza all’immaginazione, a costruire smart city con smart building e a proteggere il nostro ambiente, la nostra arte e la nostra storia.

Il linguaggio digitale è ciò che permette di far dialogare strutture, infrastrutture e persone in un contesto urbano sostenibile. Questo è il senso che Edison dà alle smart city del futuro e per questo si impegna stimolando architetti, urbanisti e amministrazioni a utilizzare tecnologie innovative per progettare le nuove città. Alcune città italiane ed europee hanno approfittato di questa collaborazione con Edison, alcune focalizzandosi, come ad esempio Copenaghen, su illuminazione innovativa e intelligente a LED e sul taglio di consumi energetici, altre, come Cap Azur, sulla realizzazione di un ecoquartire con una rete d’acqua riscaldata grazie al recupero energetico dalle acque depurate.

In Italia tuttavia le città che cambiano devono fare i conti anche con un patrimonio edilizio molto datato che infrange quotidianamente i limiti di sostenibilità presentando consumi superiori a quelli garantiti dalle nuove tecnologie. Riqualificare in modo smart diventa quindi utile e indispensabile. In questo contesto Edison lavora su soluzioni per la gestione sostenibile delle risorse energetiche, ambientali ed economiche degli edifici, adottando sistemi tecnologici "edificio-impianto" con un alto coefficiente di innovazione e modelli di progettazione e modellazione energetica all’avanguardia. Il BIM-Building Information Modeling è, infatti, un metodo innovativo di progettazione urbana in grado di integrare in un unico modello le informazioni utili in ogni fase del progetto: architettonica, strutturale, impiantistica, energetica e gestionale; mentre il BEM-Building Energy Model integra l’analisi energetica nel design, nella costruzione, e nella manutenzione dell’edificio.

Questi sistemi sono in grado di condurre a ricadute ambientali ed economiche importanti come è avvenuto con la riqualificazione del Condominio ai Tigli di Trento dove Edison ha operato direttamente - con contratto "Servizio Energia Plus” (D.Lgs. 115/2008) - per ridurre sensibilmente i consumi attraverso la realizzazione degli interventi di isolamento termico, di riqualificazione degli impianti di riscaldamento e raffrescamento o di realizzazione di impianti di auto produzione di energia da fonti rinnovabili, proponendo ai condomini di abbattere significativamente l’investimento iniziale grazie alla cessione a Edison delle detrazioni fiscali previste, che possono arrivare fino all’85% del valore dell’intervento.

Dalle città ai privati, dalla comunità al patrimonio storico e artistico: la città del futuro non potrà esistere se non custodisce il suo passato e il suo presente. Per questo Edison ha annunciato l’avvio di un progetto congiunto con il FAI - Fondo Ambiente Italiano, che conferma l’attenzione e gli investimenti a favore delle comunità locali e la volontà di creare valore condiviso, mettendo l’energia al servizio del territorio. Tra i primi interventi, quelli alla Cavallerizza di Milano, sede della Fondazione, dove è conservato uno dei patrimoni librari più prezioso del Paese, i volumi storici della Biblioteca Nazionale Braidense che necessitano di temperatura e livelli di umidità degli ambienti ottimali al fine di garantirne la conservazione nel tempo. Un grande lavoro di efficientamento energetico facilitato dallo smart audit permetterà di risparmiare ogni anno 25 tonnellate di CO2 e 9 mila euro in bolletta (-30% sui consumi totali).  La collaborazione proseguirà a Villa Necchi Campiglio a Milano, Villa e Collezione Panza a Varese, Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD) e al Castello e Parco di Masino a Caravino (TO). Con l’efficientamento delle risorse di tutti i beni storici del FAI è possibile abbattere le emissioni di CO2 fino a 500 tonnellate all’anno.

Edison, l'energia per il bene di tutti.

Vedi anche