Milano Photoweek 2018


Al via la nuova edizione della settimana dedicata alla fotografia

di Micol De Pas

Si comincia il 4 giugno e per tutta la settimana la città di Milano ospita mostre, proiezioni, appuntamenti e lezioni sulla fotografia. Ecco cosa non perdere.

- World Press Photo Digital Storytelling. Per la prima volta in Italia l’ottava edizione del premio: dodici produzioni video, tra le migliori forme di giornalismo visuale nelle categorie immersive, storytelling innovativo, long form e short form che saranno proiettate durante le tre giornate dell'8, 9 e 10 giugno. Nella stessa sede e negli stessi giorni, va inscena anche Ampie vedute: storie di fotogiornalismo con Davide Monteleone, Newsha Tavakolian e Nicola Lo Calzo. Alla sala delle Cariatidi di Palazzo Reale.

- Triennale di Milano. La mostra Luigi Ghirri. Il paesaggio dell'architettura viene affiancata da altre iniziative in occasione della Photoweek, tra cui Urban Transformation Magnum Photos Scholarship con Alex Majoli che si concluderà il 7 giugno con Alex Majoli in conversazione con il direttore di Icon Michele Lupi, Giorgio Terruzzi e Lorenza Baroncelli, e la proiezione dei lavori dei giovani fotografi realizzati durante il periodo di masterclass.

- Il Base ospita i vincitori del premio Ponchielli, una rassegna di documentari dedicati alla vita di grandi fotografi proposta da Wanted Cinema e Paratissima, la kermesse internazionale di arte contemporanea nata a Torino, approda per la prima volta a Milano: artisti selezionati e gallerie d’arte con una particolare attenzione alla fotografia, cui sarà dedicata la sezione Ph.ocus – About Photography, un cartellone di incontri, dibattiti, workshop.

- Armani Silos. Nell'ambito della mostra dedicata a Paolo Ventura, Racconti immaginari, è in calendario un incontro con l'autore insieme a W. M. Hunt e Walter Guadagnini, mercoledì 6 giugno, ore 19.00.

- Unicredit Pavilion. Walkabout. Book in progress. Una mostra fotografica che si ispira al viaggio di un libro che passa di mano in mano, o meglio di studio in studio. Studi di designer, architetti, illustratori, fotografi, stilisti che hanno trasportato sulle pagine di Walkabout una testimonianza della loro creatività, costruendo un racconto unico, legando il proprio “capitolo” a quello precedente. Il risultato e  un racconto inaspettato, un’autentica sonata a più voci da leggere, sfogliare, ascoltare, toccare. Realizzato con la collaborazione di Icon Design.