Food

I delivery da provare (o regalare) durante le feste

di Valentina Lonati - 22 Dicembre 2020

In queste vacanze natalizie di chiusure e serrate, i ristoranti puntano su formule delivery sempre più originali. Per portare l’esperienza gourmet tra le mura di casa.

Delivery è sicuramente tra gli anglicismi più usati in questo 2020 dettato dalla pandemia. Una necessità, quella della consegna a domicilio, che ristoranti ed enoteche hanno saputo trasformare in un format vincente, da portare con sé anche quando (speriamo presto) ci saremo lasciati alle spalle il Coronavirus. Ed è una straordinaria dimostrazione di fantasia quella della ristorazione: c'è chi si è inventato cooking box creative, che rendono esperienziale il momento del pasto, e chi invece punta su menu tradizionali, da cucinare divertendosi. In tutti i casi la cura del dettaglio è massima: perché andare al ristorante è una filosofia che si può mettere in pratica anche in casa. Abbiamo selezionato alcuni delivery da regalarsi durante queste feste di chiusure, a Milano e non solo.

A Trattoria

Metti un bistrot inaugurato da poco – quello dello storico ristorante monzese Il Moro – e un'idea brillante per trasformare le difficoltà del Covid in un'opportunità. Nasce così A Trattoria, bistrot convertito in bottega di vicinato con gastronomia e prodotti a km zero. “Ci siamo trasformati in un negozio di vicinato perché vogliamo diventare un punto di riferimento per i residenti, per fare la spesa ma anche per sentirsi meno soli e alla ricerca prodotti di qualità tutti made in Lombardia” racconta il proprietario Vincenzo Butticé. E proprio durante la chiusura primaverile è iniziata anche la consegna a domicilio del menu di fine dining del ristorante: bottoni al ripieno di ricci, caponatina, lasagne al ragù di tonno, zuppa di pesce o tartare di gamberi e tanti altri piatti della tradizione siciliana. E in questi tempi di consegne serrate disumanizzanti, a fare la differenza è anche uno splendido dettaglio: a consegnare i piatti è direttamente la famiglia de Il Moro, che con garbo e sorrisi racconta come riscaldare le pietanze.

Festina Lente

È il primo bistrot letterario con il delivery “da leggere mangiando”. Festina Lente, dal cuore della Brianza, Seregno, ha lanciato un format delizioso: una serie di box tematiche dove vari prodotti dolci, amorevolmente creati dalla chef-lettrice Toanda, vengono accompagnati da un libro. Quattro le box tra cui scegliere: La Coccolazione delle Feste, il Cofanetto Ottimismo, il Cofanetto Fiducia, il Cofanetto Coraggio e il Cofanetto Amore, tutti contenenti biscottini dai nomi ironici (“Ce-la-possiamo-fare”) ispirati ai libri con cui vengono consegnati (da Luis Sepulveda a Luigi Ballerini fino a L. Carroll) oltre a tisane, marmellate e altre squisitezze che scaldano il cuore. Da regalarsi e da regalare.

Foodbeats

Una startup di cooking box nata proprio durante la quarantena dall'idea di Matteo Rombolotti, giovane manager bocconiano, e la chef e modella Claudia Galanti. Foodbeats offre una selezione di piatti da cucinare direttamente nella cucina di casa propria: a guidare la preparazione sono le video-ricette di Claudia, da consultare – insieme ad altri contenuti speciali - tramite un QR Code contenuto nelle box. Il menu si ispira alle ricette della tradizione italiana con un tocco di internazionalità, con piatti come come il pollo al curry, il malai kofta vegan oppure il cavolfiore con riso basmati in salsa red thai. Gli ingredienti provengono tutti da piccoli artigiani e aziende agricole. La ciliegina sulla torta è poi il packaging curato nel dettaglio, una box da scartare come se fosse un pacco regalo.



 





Particolare Milano

Il ristorante dello chef Andrea Cutillo ha inaugurato il suo delivery con una formula semplicissima che prevede tre ricette per riprodurre una cucina gourmet a casa. Ognuna contiene dosi per due persone: c'è il polpo tre cotture con patata viola, olive taggiasche e sedano; il risotto al parmigiano con crudo di gamberi, pesto in polvere, pomodorini confit e lime; e il tiramisù Particolare, fiore all'occhiello del ristorante. A disposizione anche l'intera enoteca di Particolare Milano con sconti fino al 40% del prezzo in carta e un 15% di sconto se si decide per l'opzione asporto.

E sempre restando in tema di vino, Enowinery.it, l'e-commerce di Enoitalia, propone nuove box degustazione con una selezione guidata fatta da vari enologi, con vini premiati dalle giurie internazionali fino alle selezioni dedicate agli amanti del pesce. Una formula pensata per chi desidera provare vini diversi ma legati da un fil rouge. Per chi volesse poi provare “il vino di Milano” c'è il delivery di Poderi San Pietro, con una vigna a soli 30 minuti dal centro di Milano nei territori di San Colombano e nei comuni limitrofi di Graffignana e Miradolo Terme. Poderi San Pietro è tra i maggiori produttori della D.O.C. di San Colombano e I.G.T. “Collina del Milanese”. Da ordinare (anche) insieme a vari prodotti del territorio lombardo.

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche

Style

La cerimonia quotidiana di Kim Jones

Stile militare e ricami haute couture, disegni dipinti a mano e colori espressivi. Dior presenta la collezione maschile per il prossimo inverno che diventa opera d'arte grazie alla collaborazione con Peter Doig.