Frescobaldi torna a Montepulciano con Tenuta Calimaia

Frescobaldi torna a Montepulciano con Tenuta Calimaia

di Digital Team

Si aggiunge una nuova tenuta al gruppo sinonimo di eccellenza toscana nel mondo. Qui tra le dolci colline viene prodotto il Nobile di Montepulciano, una delle DOCG più antiche d’Italia

Se dici Frescobaldi pensi immediatamente alla Toscana, al vino, all'eccellenza italiana e a una storia lunga secoli ed estremamente affascinante. Frescobaldi è il simbolo delle tante unicità della Toscana, grazie anche alle sue nove tenute nelle più importanti aree vitivinicole della regione. 

Oggi si aggiunge infatti Tenuta Calimaia, segnando il ritorno di Frescobaldi a Montepulciano, in nome anche dell'indole esplorativa della famiglia. Un antenato, Lionardo di Niccolò Frescobaldi fu, infatti, sindaco di Montepulciano nel 1390; oggi la famiglia Frescobaldi torna in questo territorio con grande senso di responsabilità verso il terroir e la denominazione che rappresenta. 

La vista di Montepulciano dalla Tenuta Calimaia

Adagiata sulle morbide colline tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, Tenuta Calimaia si estende per circa 70 ettari in una delle zone storicamente dedicate alla produzione del Vino Nobile di Montepulciano, Cervognano. I vigneti, disposti a corona sul rilievo del Monteliscione, si posizionano a circa 300 metri sul livello del mare e sono caratterizzati da suoli di origine pliocenica, poveri di materia organica e quindi particolarmente adatti alla coltivazione del Sangiovese (in questa zona tradizionalmente chiamato Prugnolo Gentile). L’alta presenza di argille e le elevate temperature dovute alla bassa altitudine danno vita a un vino Nobile strutturato e potente, ricco di tannini e molto adatto all’invecchiamento.

I vigneti di Tenuta Calimaia

Tenuta Calimaia rende omaggio al ruolo che la famiglia Frescobaldi ha avuto nel  consolidare il prestigio e la potenza di Firenze operando nelle antiche Corporazioni. Una missione di valorizzazione del territorio che guida tutt’oggi la produzione vitivinicola del gruppo. Il nome «Calimaia» trae ispirazione dalla più antica delle Arti, la «Calimala», dedita al commercio dei tessuti.

Il segno, la “pecora alata”, sintetizza il legame tra la famiglia Frescobaldi e le Corporazioni e trae ispirazione dai loro stemmi: la pecora, emblema dell’Arte della Lana; le ali e il torsello, tratti dal blasone dell’Arte di Calimala; il rocco, simbolo di potenza e dominio della famiglia Frescobaldi.

Il Vino Nobile Montepulciano DOCG di Tenuta Calimaia

“Da ovunque si arrivi a Montepulciano, la sua bellezza è conturbante. Con i miei familiari abbiamo visitato tante volte le sue bellezze dal Duomo alla piazza Grande, dal tempio di San Biagio alla chiesa di Sant’Agostino e ai suoi magnifici vini. Qui nel 1390 il nostro antenato Lionardo di Niccolò Frescobaldi fu Sindaco e, oggi, desideriamo rinnovare l’impegno a valorizzare l’eccellenza di un’area dal passato con radici così profonde e robuste. Ci siamo lanciati in questa nuova avventura che sono sicuro ci darà tante soddisfazioni”, ha detto Lamberto Frescobaldi, Presidente Marchesi Frescobaldi.

Anche qui, come in tutte le tenute del gruppo, la ‘Cultivating Toscana Diversity’ – claim della Marchesi Frescobaldi - viene esaltata e portata avanti con il rispetto e l’attenzione che ogni terroir merita: una missione volta a esaltare, con tutta l’esperienza e la passione, i territori più vocati alla viticoltura della Toscana.

Il Vino Nobile di Montepulciano DOCG Tenuta Calimaia presenta colore rosso rubino intenso. Il bouquet complesso ricorda note di frutti rossi e più precisamente di ciliegia, visciola e amarena, che si fondono con sentori di erbe aromatiche, tra cui salvia e lavanda. Intriganti le note speziate che rimandano alla fava di cacao.

L’ingresso in bocca è voluminoso, energico e potente. Ottima la serbevolezza dei frutti rossi; la freschezza e l’acidità sono legati al lampone e al ribes. Le note speziate avvolgono il palato; il tannino è fresco, vibrante e setoso. Buona la persistenza.