I migliori ristoranti del mondo del 2021

I migliori ristoranti del mondo del 2021

di Penelope Vaglini

Si è conclusa da poche ore la cerimonia di premiazione di The World’s 50 Best Restaurants ad Anversa, che ha incoronato Copenaghen come migliore città del mondo per un pasto gourmet, con due insegne in testa alla classifica

I food lover quest’anno hanno due motivi in più per inserire Copenaghen tra le mete enogastronomiche da visitare assolutamente. La classifica di The World’s 50 Best Restaurant 2021 infatti, ha eletto la capitale danese come la miglior destinazione del mondo per godere di esperienze a tavola davvero appaganti. Al primo posto del Noma di René Redzepi, che conferma quanto lo chef e il suo team abbiano influenzato la cultura gastronomica mondiale, si affianca infatti il Geranium, in seconda posizione tra i 50 migliori ristoranti del mondo.

Antwerp-Host-Location---Havenhuis-Sunset
Anversa, Courtesy 50 Best

L'inarrestabile successo del Noma

Tra ventisei Paesi sparsi nei cinque continenti e migliaia di indirizzi visitati dai professionisti di The World's 50 Best Restaurants Academy, il Noma è riuscito a primeggiare con la sua location completamente rinnovata nel 2018 e definita Noma 2.0. Una ristrutturazione che lo ha reso, di fatto, un “nuovo ristorante” eleggibile nella classifica dei migliori 50 del mondo. Nella sua versione precedente, infatti, il progetto gastronomico d’avanguardia di René Redzepi è entrato a far parte dei Best of the Best, l’élite dei classificati al numero uno delle precedenti edizioni, grazie a podi del 2010, 2011, 2012 e 2014. Un riconoscimento arrivato nell’anno della terza stella Michelin, a testimonianza dell’influenza mondiale dell’indirizzo di Copenaghen, con i suoi menu stagionali tematici legati ai frutti di mare in inverno, alle verdure in estate e alla selvaggina in autunno.

La top ten dei migliori ristoranti del mondo 2021

DISFRUTAR---Mateu-Casañas,-Eduard-Xatruch-and-Oriol-Castro---@Joan-Valera
Disfrutar, Mateu Casañas Eduard Xatruch and Oriol Castro Credits Joan Valera, Courtesy 50 Best

Il secondo posto della classifica di The World’s 50 Best Restaurant è del Geranium, altra meta di Copenaghen dove lo chef Rasmus Kofoed unisce l’attenzione all’estetica della ricetta con una ricerca sugli ingredienti di mare, che raccontano la biodiversità delle acque danesi. Seguono poi lo spagnolo Asador Etxebarri, celebre per i piatti dello chef Victor Arguinzoniz, capace di grigliare qualsiasi tipologia di ingrediente e il Central di Virgilio Martinez e Pía León, indirizzo di Lima che racconta la storia del Perù attraverso l’impiego contemporaneo di ingredienti locali. Il quinto ristorante migliore del mondo è ancora uno spagnolo, il Disfrutar di Barcellona, fondato da Oriol Castro, Mateu Casañas ed Eduard Xatruch, tutti e tre provenienti da El Bulli. Si prosegue poi con la cucina nordica di Frantzén a Stoccolma, la Nikkei del Maido di Mitsuharu Tsumura a Lima, che unisce ingredienti giapponesi e peruviani e Odette di Singapore, con le raffinate ricette di Julien Royer. Al nono posto del ranking c’è il messicano Pujol di Enrique Olvera, celebre da oltre vent’anni per la sua interpretazione della cucina sudamericana e i signature dish come Mole Madre, Mole Nuevo, mentre la decima posizione è di The Chairman, insegna di Hong Kong che ha portato alla ribalta le tradizioni millenarie della cucina cantonese.

I premi speciali

Oltre ad annunciare i 50 migliori ristoranti del mondo, sul palco di Anversa sono stati assegnati premi speciali come il Gin Mare Art of Hospitality Award per il viennese Steirereck di Heinz e Birgit Reitbauer, che ha ridefinito i canoni della cucina austriaca e puntato su un servizio impeccabile che comprende un’interessante carta dei vini e un’ampia scelta di formaggi. Il riconoscimento per la sostenibilità è invece riservato al Boragó di Santiago del Cile e al suo menu 'Endémica', un’ode alla biodiversità del Cile e al ritmo delle stagioni, mentre il premio per la migliore Chef donna è di Pía Léon, a capo dei ristoranti Central, Kjolle e Mil. Annata importante anche per Riccardo Camanini e il suo Lido84 di Gardone Riviera, la più alta new entry al numero 15 del ranking, insignita dell'Highest New Entry Award.

The World's 50 Best Restaurants 2021, la classifica completa

Per chi è in cerca di nuove esperienze gastronomiche di livello, ecco la classifica completa dei migliori ristoranti del mondo del 2021 (e dove trovarli).

1 Noma, Copenaghen, Danimarca

2 Geranium, Copenaghen, Danimarca

3 Asador Etxebarri, Atxondo, Spagna

4 Central, Lima, Peru

5 Disfrutar, Barcellona, Spagna

6 Frantzén, Stoccolma, Svezia

7 Maido, Lima, Peru

8 Odette, Singapore, Singapore

9 Pujol, Città del Messico, Messico

10 The Chairman, Hong Kong, Cina

11 Den, Tokyo, Giappone

12 Steirereck, Vienna, Austria

13 Don Julio, Buenos Aires, Argentina

14 Mugaritz, San Sebastian, Spagna

15 Lido 84, Gardone Riviera, Italia

16 Elkano, Getaria, Spagna

17 A Casa do Porco, San Paolo, Brasile

18 Piazza Duomo, Alba, Italia

19 Narisawa, Tokyo, Giappone

20 Diverxo, Madrid, Spagna

21 Hiša Franko, Kobarid, Slovenia

22 Cosme, New York, USA 2

23 Arpège, Parigi, Francia

24 Septime, Parigi, Francia

25 White Rabbit, Mosca, Russia

26 Le Calandre, Rubano, Italia

27 Quintonil, Città del Messico, Messico

28 Benu, San Francisco, USA

29 Reale, Castel di Sangro, Italia

30 Twins Garden, Mosca, Russi

31 Restaurant Tim Raue, Berlino, Germania

32 The Clove Club, Londra, UK

33 Lyle's, Londra, UK

34 Burnt Ends, Singapore, Singapore

35 Ultraviolet by Paul Pairet, Shanghai, Cina

36 Hof Van Cleve, Kruishoutem, Belgio

37 SingleThread, Healdsburg, USA

38 Boragó, Santiago, Cile

39 Florilège, Tokyo, Giappone

40 Sühring, Bangkok, Tailandia

41 Alléno Paris au Pavillon Ledoyen, Parigi, Francia

42 Belcanto, Lisbona, Portogallo

43 Atomix, New York, USA

44 Le Bernardin, New York, USA

45 Nobelhart & Schmutzig, Berlino, Germania

46 Leo, Bogotá, Colombia

47 Maaemo, Oslo, Norvegia

48 Atelier Crenn, San Francisco, USA

49 Azurmendi, Larrabetzu, Spagna

50 Wolfgat, Paternoster, Sud Africa