La bella stagione è in arrivo. Ecco i Festival musicali da mettere in agenda

La bella stagione è in arrivo. Ecco i Festival musicali da mettere in agenda

di Lino Garbellini

Liberi (almeno in parte) dalla morsa della pandemia globale, con la primavera dopo due anni possiamo tornare a ballare ai festival di musica elettronica. Abbiamo selezionato i migliori festival da mettere in agenda: dal più esclusivo a quello a misura di IG, passando per l’underground italiano o il Florida Style, una rassegna tutta da scoprire

Arriva la primavera, torna la voglia di stare all’aperto, ballare e divertirsi con gli amici. Una voglia assecondata dall’allentamento proprio in queste settimane, in Italia e all’estero, delle restrizioni dovute al Covid. Dopo due anni d’assenza, tornano anche i festival di musica elettronica che grazie ai social media sono diventati da qualche anno un vero e proprio fenomeno di costume. Non solo voglia di stare assieme agli amici e divertirsi a ritmo di musica, ma anche un importante momento sociale in cui la dimensione digitale finisce quasi per rivestire più importanza di quella reale così come il proprio outfit e stile. Il fenomeno però non è così recente, l’indissolubile legame tra questo tipo d’eventi e i social è di vecchia data, Twitter come altri celebri servizi di condivisione sono arrivati al successo e al grande pubblico dopo il battesimo del fuoco proprio all’SXWS (6/9 marzo 2023) di Austin, festival appena concluso per l'edizione 2022 dedicato all’arte, alla musica e al multimediale.

Dopo la lunga assenza a causa della pandemia, a Miami è andato in scena l'Ultra Music Festival (25/27 marzo 2022). Un’edizione più colorata e partecipata che mai dell’evento organizzato a partire dal 1999 da Russell Faibisch e Alex Omes in grado di dare il via alla stagione dei gradi raduni dedicati alla musica elettronica. Al Bayfront Park di Miami si sono alternati artisti del calibro di Carl Cox, DJ Snake, Martin Garrix, Alison Wonderland, David Guetta, Timmy Trumpet e Zeds Dead, tanta la voglia di tornare a ballare in quello che è uno dei posti simbolo del divertimento Made in Usa.

ph: Ultra Music Festival

Al Coachella Valley Music and Arts Festival (15/24 aprile 2022) va invece il merito (o la colpa per i puristi) di aver unito più che mai la sfera musicale alla presenza digitale, con tanto di “passerella” dei maggiori influencer e divi del jet set mondiale.  Il “Coachella” come è comunemente chiamato, prende il nome dal serpente simbolo di Città del Messico, va in scena all'Empire Polo Grounds di Indio in California. La sua popolarità è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni al punto d'attirare anche le star del web italiane, l'evento si distingue grazie alle esibizioni di artisti di musica rock, alternative ed elettronica, oltre che per le installazioni scultoree. Tra i nomi più celebri della line-up 2022 anche Harry Styles, Billie Eilish e Kanye West, ma diranno la loro anche gli italiani Maneskin, sempre più lanciati verso un successo internazionale.

L’evento più gettonato ed esclusivo in Europa, ma probabilmente anche a livello mondiale, è il belga Tomorrowland che va in scena in una sperduta cittadina, Boom, a mezzora di auto da Bruxelles in grado d’ospitare per l’occasione 400.000 persone da quasi tutte le nazioni al mondo. Tomorrowland è stato in grado di creare in questi anni un brand, il tutto esaurito dei biglietti addirittura un anno prima dell’evento, una radio dedicata, uno store ad Anversa, delle edizioni invernali, oltre a una vera e propria cultura basata sulla musica elettronica, la voglia di divertirsi e degli scenari in bilico tra il fantasy e il lisergico. Basti pensare che sono andati in sold out in questi anni anche i palchi in giro per il mondo (Italia compresa) in cui era possibile seguire Live da remoto il festival con una proiezione su un mega schermo.

Per rimediare ai periodi di magra forzata, per il 2022 gli organizzatori hanno aggiunto un altro weekend ai due tradizionali (14/17 luglio, 22/24 luglio e 29/31 luglio), i biglietti dell'edizione 2020 saranno tenuti validi per quest'anno, il tema su cui saranno modellate le scenografie sarà: The Reflection of Love. La line-up è in assoluto di altissimo livello, presenti come ogni anno tutti, ma veramente tutti, i più quotati deejay internazionali assieme a nuovi artisti emergenti, tra quelli già annunciati per il 2022: Above & Beyond, ACRAZE, Adam Beyer, Adriatique, Alan Walker, Alesso, Amelie Lens, Armin van Buuren, ARTBAT, Cellini, Dimitri Vegas & Like Mike, Diplo, DJ Diesel, Eric Prydz presents HOLO, Fisher, Kungs, Lost Frequencies, Maceo Plex, Major Lazer Soundsystem, Marshmello, Martin Garrix, Netsky, Paul Kalkbrenner, Reinier Zonneveld, SHOUSE, Tale Of Us, Tinie Tempah e Vintage Culture.

In Italia spicca il Kappa Future Festival a Torino (1/3 luglio 2022) nello scenario post industriale del Parco Dora. L’ultima edizione ha radunato oltre 60.000 appassionati da 100 nazioni. Il Future Festival è l’unico format italiano menzionato nella guida Festivals che elenca le 50 migliori rassegne musicali di tutti i tempi.L’edizione 2022 ospiterà oltre 70 artisti da tutto il mondo per 36 ore di musica elettronica, quest’anno per la prima volta il format passerà da due a tre giornate di programmazione. 'Siamo entusiasti di ripartire dopo due anni di stop' afferma Maurizio Vitale, fondatore di Movement e Kappa FuturFestival, “torniamo con una line up di grande qualità nella quale figurano l’esclusiva nazionale di Diplo e il debutto dell’etichetta ugandese Nyege Nyege, i live di Ben Bohmer, Fjaak, Four Tet e Reinier Zonneveld. Non mancheranno artisti ai quali siamo storicamente legati come Carl Cox e Amelie Lens e star internazionali come Peggy Gou e Honey Dijon'.

Se oltre all'elettronica amate le contaminazioni rock e vi piacciono i Festival in stile Wookstock, seppur in una location monumentale quanto storica, il Lollapalooza Berlin (24/25 settembre 2022 all'Olympiastadion a Berlino) fa per voi. L'atmosfera è informale, il pubblico trasversale come genere ed età, la location facilmente raggiungibile e nella capitale europea della musica elettronica, dj ed artisti arrivano da ogni parte del globo, unico neo? La line-up del 2022 sarà svelata tra poche settimane. 

A chi preferisce lo stile mediterraneo è dedicato il Primavera Sound a Barcellona (2/12 giugno 2022), interessante notare come anche i Festival siano una creatura viva che si evolve con il tempo e le mode, cercando di rimanere al passo con le tendenze, sopratutto quelle dei giovani e l'evento catalano ne è un perfetto esempio. 

Che siano social o meno quindi, il digitale è diventato ormai irrinunciabile anche in questo tipo di manifestazioni. Il festival spagnolo ha fatto tesoro dei vari party in streaming degli scorsi mesi dando vita a una nuova forma di sperimentazione: Metahype è un metaverso dedicato alla musica e alla cultura che prenderà vità con la prossima edizione di Primavera Sound grazie alla partnership con Cupra. All'interno di questo mondo virtuale (destinato ad accostarsi a quello reale) tramite la tecnologia NTF gli artisti mostreranno prodotti digitali e fisici, oltre naturalmente a trasmettere contenuti e c'è da sperare che questa modalità alla lunga non prenda il sopravvento.