I migliori smartphone da regalare adesso

I migliori smartphone da regalare adesso

di Digital Team

Abbiamo selezionato i modelli più interessanti presenti sul mercato, tanti diversi modi con cui si può vivere il proprio telefono per un regalo di Natale importante e non sempre di facile scelta

A Natale siamo tutti più buoni, forse al punto da regalare uno smartphone, un oggetto fondamentale nella nostra vita quotidiana che diventa un dono per un evento importante. Questo dispositivo è diventato imprescindibile nella vita di ognuno di noi e si candida a regalo ideale, non per tutti, ma di sicuro per le persone a cui teniamo di più.

Il problema è riuscire a scegliere quello più adatto in base a esigenze e personalità del destinatario. Abbiamo selezionato i modelli più interessanti  ponendo un'attenzione particolare ai due nuovi trend che dominano questo settore: ricarica rapida e fotocamere sempre più sofisticate e potenti, in particolare per le riprese video. A voi la scelta!

Xiaomi 11T Pro: per i creator più attivi

Il regalo perfetto per chi non stacca mai le dita dallo schermo, per quelli che sfruttano tutte le potenzialità offerte dallo smartphone per l'intero arco della giornata, in particolare filmati e telefonate, e vogliono arrivare a sera senza l’assillo della batteria. L'11T Pro è un dispositivo Android 11 con due punti forti: il comparto multimediale pensato per chi realizza video e la possibilità di ricarica rapida della batteria in 20 minuti. 

Questo Xiaomi è ideale per chi ha una vita sul Web piuttosto attiva, 11T Pro infatti è in grado di registrare in 8K e dispone di una serie di funzioni specifiche per gli effetti in stile TikTok sui video brevi. L’ampio schermo amoled FHD+ da 6.67 pollici mostra oltre un miliardo di colori e si distingue grazie a una notevole reattività. La fotocamera principale vanta un sensore da 108 Megapixel wide angle, a cui s'aggiungono un ultra-grandangolare da 120° a 8 Megapixel e un telemacro 2x da 5 Megapixel.

iPhone 13 Pro: per i fans della Mela

È l'ultimo gioiellino di Apple per quanto riguarda la telefonia con una configurazione in grado di stupire anche i più scettici. I suoi punti forti sono la durata della batteria, ora in grado di superare la giornata, oltre al comparto fotografico con un sistema di fotocamere da 12 Megapixel con teleobiettivo, grandangolo e ultra‑grandangolo.

Lo schermo Super Retina XDR con ProMotion è particolarmente reattivo, ma offre un ottimo contrasto e immagini fluide durante la fruizione dei video, è realizzato in Ceramic Shield per una maggiore resistenza. Il nuovo processore A15 Bionic rende iPhone 13 Pro reattivo anche con applicazioni complesse come i videogiochi o l'elaborazione dei video. I filmanti ora utilizzano la modalità Cinema per ottimizzare transizioni e profondità di campo, oltre a video macro, Time-lapse, slow-motion, senza dimenticare prestazioni migliori per riprese e foto in condizioni di scarsa luminosità. Chi è abituato all'interfaccia del mondo Apple troverà un ambiente famigliare con iPhone 13 Pro, ma ancora più semplice e immediato. 

Honor 50: massima resa, minimo budget

È il nuovo modello di punta di Honor, uno smartphone con connettività 5G e sistema operativo Android 11 (piena connettività e supporto per i servizi e le app Google) che si distingue in una fascia di prezzo media grazie all’ampio schermo curvo oled da 6,57' con 1,07 miliardi di colori e un comparto fotografico “da grande”.

Due grossi oblò caratterizzano l’estetica, uno in corrispondenza della camera principale da 108 Megapixel, a cui s’aggiungono nel cerchio sottostante la grandangolare da 8 Megapixel, una 2 Megapixel per gli effetti di profondità e una macro sempre da 2 Megapixel. L’anteriore è da 32 Megapixel con campo visivo da 90° utile per i selfie di gruppo.
Il 50 è uno smartphone leggero (175 grammi) che per solidità e sensazioni offerte all’utente non fa rimpiangere i concorrenti più blasonati, al suo stile contribuiscono anche i diversi colori, a noi ha colpito in particolare il verde smeraldo dalle mille sfumature.

Samsung Galaxy Z Fold3 5G: per chi vuole distinguersi

I telefoni smart pieghevoli sono ormai usciti da un fase sperimentale per candidarsi da qualche mese a una valida alternativa ai classici monoschermo, magari non sono appetibili per tutti, ma si tratta di un segmento che in futuro troverà sempre maggiore applicazione. Z Fold3 5G è l’ultimo modello Samsung con doppio schermo pieghevole che unisce un display amoled da 6.2” al principale QXGA+ amoled da 7.6”.

Z Fold3 è uno smartphone ottimo per chi ama guardare serie TV, dirette Internet e video in streaming con una modalità simile a quella del tablet (con tanto di supporto per la penna digitale), il tutto a patto di rinunciare a un’autonomia che vada oltre la giornata e a fotocamere da record. Potrete  contare però sulla possibilità di possedere un oggetto tech in grado di stupire amici e parenti.

Huawei Nova 9: le foto prima di tutto

Nova 9 segna il ritorno di Huawei sulla scena degli smartphone dopo l’abbandono del mondo Google e si propone come un modello adatto alle esigenze dei più giovani. Il sistema operativo proprietario è basato su Android 11, la connettività è 4G LTE, mentre lo schermo è un amoled curvo da 6,57 pollici con 1,07 miliardi di colori e un refresh rate (120 hz) pensato per andare incontro a tutte le esigenze dei videogiocatori. La ricarica rapida impiega poco più di 30 minuti per caricare totalmente la batteria, circa un quarto d'ora per la metà.

Novità anche per il comparto fotografico che si posiziona come uno dei migliori sul mercato, una camera principale da 50 Megapixel, unita a una grandangolare da 8, una 2 Megapixel di profondità con effetto Bokeh (sfondo non a fuoco) e un'altra 2 Megapixel con macro. La frontale ha un sensore da 32 Megapixel ed è in grado di catturare video in 4k, vanta anche un potente stabilizzatore. 

Oppo Reno 6: dedicato agli esteti

Reno 6 è un telefono Android 11 con standard 5G e schermo da 6,42' con risoluzione Full HD+ ideale per chi vuole una configurazione potente. Il nuovo Oppo vanta anche un design originale caratterizzato da un bordo piatto e da un motivo metallico sulla parte posteriore, elementi che lo rendono esteticamente diverso dal classico smartphone. Il prezzo, fattore che aveva contraddistinto il brand negli anni precedenti, ora non è più così competitivo, in compenso il Reno 6 dimostra una maggiore cura dei particolari in fase di realizzazione.

Il processore Mediatek Dimensity 900 octa core garantisce buone prestazioni senza un eccessivo consumo della batteria. Alla fotocamera principale con sensore da 64 Megapixel s'aggiungono una grandangolare da 8 Megapixel e una 2 Megapixel per le macro per delle foto eccellenti anche in situazioni in cui la visibilità non è ottimale. Ancora da migliorare i video catturati in 4k, ma anche per gli smartphone vale la regola: 'non si può avere tutto'.