Ferrari SP38: un modello unico


Un solo esemplare, già da collezione: si basa sulla 488 GTB e richiama l’iconica F40

di Andrea Bressa

Fra i modelli di auto che nascono già da collezione, uno dei più recenti ed esclusivi è certamente la Ferrari SP38, un pezzo unico realizzato dal programma One-Off del Cavallino e destinata a un anonimo e affezionato cliente Ferrari.

La presentazione ufficiale al pubblico è stata fatta durante il Concorso d’Eleganza Villa d’Este (26 maggio 2018), mentre la consegna al suo proprietario è avvenuta qualche giorno prima (23 maggio) al circuito di Fiorano, dove la supercar ha potuto fare anche qualche giro di pista.

Frutto del lavoro di design del Centro Stile Ferrari, la SP38 si basa sostanzialmente nella meccanica alla 488 GTB. Tale scelta è data dal fatto che il cliente ha espresso il desiderio di avere una vettura in grado di dare il meglio sia in strada che in pista, tecnicamente ed esteticamente.

L’unicità della SP38 è dunque data principalmente dal suo aspetto, con una carrozzeria inedita, non riconducibile a nessun altro esemplare del catalogo Ferrari. È speciale anche il colore, che è sì un classico rosso Ferrari metallizzato, ma è il risultato di una verniciatura a triplo strato pensata appositamente. Certo, le linee e i volumi richiamano in qualche modo la 488 GTB, ma non pochi accorgimenti estetici restituiscono un aspetto unico. A partire dal più evidente, nella zona posteriore della vettura, con la totale scomparsa del lunotto, sostituito da tre fasce in fibra di carbonio leggermente separate fra loro, che permettono di raffreddare il motore. Questa non è un’idea completamente nuova: i più attenti ed esperti riconosceranno un richiamo al retro della mitica Ferrari F40, omaggiata anche dai tagli aerodinamici sulle fiancate.

Altre caratteristiche proprie della SP30 sono i gruppi ottici progettati ad hoc, per essere il più sottili possibili, luci diurne sistemate nel fine labbro del paraurti frontale (richiamo questo alla 308 GTB) e uno spoiler posteriore armoniosamente integrato al parafango e al diffusore sottostante. Gli interni, ca va sans dire, sono estremamente curati, nati dal tocco esperto del programma Tailor Made Ferrari.

Per quanto riguarda il motore si è deciso di non fare cambiamenti: si tratta dello stesso propulsore V8 da 3,9 litri della 488 GTB, che eroga fino a 661 cavalli di potenza.