Edoardo Papa surfer

Edoardo Papa surfer

«Cavalcare le onde è una danza sull’acqua, in cui ambisci alla perfezione confrontandoti con la natura, che se vuole può schiacciarti in qualsiasi momento». Ecco Edoardo, 20 anni, origini abruzzesi e la sua ricerca del gesto atletico perfetto. Per lui il surf è ormai una filosofia

di Digital Team

Uno stile di vita, come nel film Un mercoledì da leoni, nel quale è riuscito a trovare il proprio equilibrio. «Ho iniziato questa avventura grazie a mio padre Andrea, che è un appassionato di sport acquatici ed è stato pallanuotista nel Pescara, in serie A, ai tempi d’oro. Quando sei sulla tavola devi pensare solo a te e all’onda, ma questo è uno sport che ti permette di vivere il mondo, crescere, viaggiando, scoprendo tradizioni, culture e persone diverse». Una disciplina che da due anni è entrata nelle competizioni olimpiche, lo sarà a Parigi 2024 e Los Angeles 2028. 

Camicia e pantaloni Emporio Armani

«Quando sei sulla tavola devi pensare solo a te e all’onda»

«È un onore poter gareggiare a Tokyo per l’Italia, un appuntamento prestigioso: dopo tanti sacrifici e allenamenti so di potermela giocare. Se riuscissi a vincere una medaglia significherebbe il culmine di un percorso, anche per il team e la mia famiglia, e che il duro lavoro a lungo andare alla fine ripaga». Forza fisica e grande capacità di gestire la pressione dunque, forse una delle sue qualità migliori, che ha imparato da un genio del basket come Kobe Bryant. «Mi ha ispirato, soprattutto per quel Mamba mentality capace di fare la differenza. «Un sogno? Andare a Tahiti, a Teahuppo, per provare a cavalcare le onde più pericolose».

In apertura, shorts e sneakers EA7- Emporio Armani

Photos by Giampaolo Sgura

Styling by Edoardo Cagniglia e Ilario Vilnius