In collaborazione con

L’arte di prendersi una pausa (anche al mattino) e come farla diventare un’abitudine

16 Novembre 2020

Dalla lettura di qualche pagina di un libro fino alla cura delle piante, sorseggiando una tazza di caffè bollente. Prendersi una pausa per sé alla mattina è importante per partire con la carica giusta.

Tempo di lettura: un caffè Vertuo

Quando è stata l’ultima volta che abbiamo letto una pagina (o dieci) di un libro al mattino? O che abbiamo fatto mezz’ora di yoga o meditazione? O ancora che ci siamo presi cura delle nostre piante, del giardino o semplicemente della casa?

La maggior parte di noi è abituato a iniziare la giornata di fretta, riducendo così il tempo tra la sveglia e il momento in cui usciamo di casa o che ci mettiamo davanti al PC per lavorare. Il risultato è che il tempo per noi stessi diventa davvero poco. E se parliamo di una pausa dal lavoro o di relax dopo una giornata molto intensa, pensiamo sempre a orari pomeridiani e serali. Invece, anche alla mattina è importante prendersi del tempo per sé. Farlo ci renderà più concentrati e produttivi.

Innanzitutto, appena alzati, dovremmo fare qualche lungo respiro, possibilmente aprendo la finestra per inspirare aria fresca. Connetterci con il mondo - e ancora meglio con la natura quando possibile - fa molto bene al nostro umore. Successivamente, proprio come faremmo in qualsiasi altro momento della giornata, per dedicare un po’ di tempo a noi possiamo prepararci un buon caffè. Imparare a vedere la colazione come un rituale da fare seduti, leggendo qualche pagina di un libro o le notizie di un giornale, oppure ancora sfogliando una rivista di nostro interesse, ci aiuterà a incanalare le energie che ci serviranno poi. Ricordiamoci che il nostro corpo ha digiunato nelle ultime sette o otto ore, quindi una colazione ricca è importante per far ripartire il nostro sistema.

Proviamo a dimenticare per qualche minuto il nostro smartphone, dove quasi sempre riceviamo mail e altre notifiche di lavoro, e concentriamoci invece su noi stessi. Ci sono tanti modi e possibilità per farlo.

È risaputo che fare attività motoria alla mattina sia molto efficace: può migliorare il nostro umore e aumentare i livelli di produttività durante il resto della giornata. I più sportivi possono fare una corsa o una sessione di allenamento funzionale, ma bastano anche venti minuti di esercizi di stretching oppure di yoga per sentirci più svegli e concentrati. E per prolungare lo stato di benessere è utile farsi una doccia con qualche essenza profumata ed energizzante.

Prendersi cura delle piante, fare giardinaggio, tenere un diario o scrivere un elenco delle cose che dovremo fare durante la giornata ci aiuterà a mantenere alto l’umore e la concentrazione. Infine, possiamo dedicare anche del tempo alla meditazione o all’introspezione: tutte queste sono ottime pratiche per iniziare la giornata nel modo giusto. Trascorrere dai 15 ai 30 minuti in silenzio, che si tratti di meditazioni strutturate o semplicemente di un momento con una tazza di caffè in mano a contemplare il panorama fuori dalla finestra, può ampliare le prospettive e darci una visione più calma e proattiva della giornata.

Le pause sono momenti per dedicarci a qualcosa di utile e che ci piace e non sempre a fine giornata abbiamo tempo o energie per farlo davvero, ecco perché usare la mattina potrebbe essere la soluzione. La forza di volontà raggiunge il picco al mattino e viene consumata gradualmente durante il giorno, come una batteria. Perché non usarla per noi stessi?

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche