In collaborazione con

Contemporanea e raffinata: la capsule di Anthony Joshua per Hugo Boss

16 Settembre 2020

Continua la collaborazione del brand tedesco con i campioni dello sport. Questa volta tocca al pugilato, che presta alla moda uno dei suoi più grandi atleti.

Quando smetti di guardare le cose, cominci a viverle. Vale per tutto, anche per lo sport. Nel corso del 2020, complice il lungo periodo di lockdown, molte persone si sono avvicinate allo sport. Allenarsi ogni giorno è stato per tanti una valvola di sfogo, ma anche un modo per guardarsi dentro, misurando i propri limiti, a volte riuscendo ad abbatterli, altre imparando ad accettarli. Lo sport è questo: un misto di costanza, tecnica e passione che smuove qualcosa nel cuore delle persone.

E la moda sembra fondata sugli stessi intramontabili pilastri. Dietro un capo sartoriale si trovano la stessa costanza, la stessa tecnica e la stessa passione che fanno di uno sportivo un campione. Il link tra questi due mondi apparentemente così diversi è tutto qui, in quel qualcosa di indefinibile che ti porta a provare e riprovare, a migliorarti fino a distinguerti.

Hugo Boss fa dialogare da anni le sue collezioni con i più grandi nomi del mondo dello sport, dal golfista Patrick Cantlay al giocatore di baseball Shohei Ohtani. Ma non solo singoli campioni hanno intrecciato la loro strada con quella di Boss: nel mondo del calcio, diverse sono le squadre diventate partner del brand, dal Real Madrid al Tottenham Hotspur, dall’FC Bayern al Paris Saint-Germain, fino alla new entry della stagione 2019/2020, l’FC Internazionale Milano.

Non mancano interessanti collaborazioni anche nel mondo dell’automotive: con Porsche, Boss ha creato una linea che ha unito le sue linee sofisticate all’estetica inimitabile della casa automobilistica, mentre è partner della formula E, la competizione dedicata ai veicoli elettrici. L’interesse all’innovazione e alla sostenibilità ha dato invece vita alla capsule collection Sailing, che ha portato Boss a far dialogare un altro elemento col mix creativo di high fashion e sport: l’attenzione all’ambiente. Otto capi creati con poliestere riciclato e cotone organico che, nell’approccio ecofriendly, rispecchiano la filosofia che lo skipper Alex Thomson ha sposato nella fase di progettazione dello yacht Hugo Boss, lo stesso che userà durante il Vendée Globe 2020.

Per la prossima stagione, il noto brand tedesco ha in programma di stupire tutti con una capsule collection creata in collaborazione con Anthony Joshua, boxer due volte campione del mondo e ambassador del brand. BOSS X AJBXNG, questo il titolo della collezione composta da dieci capi, punta a mixare semplicità, estro e classicità.

BOSS x AJBXNG

Un raffinato blu navy, l’inimitabile colore legato all’eleganza, fa da sfondo a dettagli color oro, voluti da AJ per la forte connotazione simbolica. Oro è la medaglia di chi vince. Oro è il colore dei campioni. Oltre al contrasto cromatico, la capsule gioca con le diverse texture: su una felpa dalle linee morbide e rilassate spicca la zip dorata, ma anche lo stesso blu è vivacizzato dall’uso di due tessuti diversi, a contrasto.

BOSS x AJBXNG

Un altro capo che ben rappresenta l’anima di questa collezione è la felpa con il logo rivisitato di Hugo Boss in oro. Un semicerchio di lettere che asseconda la curvatura delle spalle, enfatizzando la silhouette e arricchendo con stile la semplicità del capo.

BOSS x AJBXNG

E ancora, un dettaglio che impreziosisce la collezione è l’applicazione di un’etichetta con le parole motivazionali di AJ: “One more hour, one more day. Never let success get to your head, or failure to your heart”.

Hugo Boss e Anthony Joshua hanno dato vita a una collaborazione che fa emergere, in modo innovativo e intelligente, il loro stile, ma anche la loro grinta e la loro passione.

A questo link è possibile scoprire e acquistare i capi della capsule BOSS X AJBXNG.

La nuova collezione Autunno/Inverno 2020 di Geox

Per l’arrivo dell’inverno, Geox ha puntato sull’innovazione tecnologica per creare una collezione di calzature e abbigliamento che invita a dimenticare qualsiasi pensiero e godersi la stagione autunnale.

Vedi anche

Cult

Venezia 77: il trionfo di Nomadland

Cala il sipario sulla 77esima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Il Leone d'Oro va a "Nomadland" della regista anglo-cinese Chloé Zhao. Ecco tutti i vincitori.

Cult

Arriva in edicola ICON 61

Icon dedica il nuovo numero alla ripartenza, dal mondo del cinema alla moda, e presenta il protagonista della copertina: l'attore italiano Alessandro Borghi.