Architect’s Tools,  i vestiti da architetto di  AMDL Circle

Architect’s Tools, i vestiti da architetto di AMDL Circle

Architect’s Tools è la nuova collezione di abbigliamento e accessori firmata dai giovani progettisti di AMDL

Va dritto al punto la collezione di abbigliamento e accessori con cui i giovani progettisti di AMDL Circle, attivi sotto l’ala di Michele De Lucchi, arricchiscono il raffinato catalogo di Collezione Privata, il brand dello studio. Si comincia dal nome, Architect’s Tools (che per gli amici diventa subito A-Tools), cioè gli strumenti dell'architetto. Cose dunque progettate per un impiego quotidiano, senza quei fronzoli che nel lavoro vero impicciano e basta. Sono capi pensati, come dicono i designer «per noi progettisti», ispirati alla «cultura del laboratorio, dove il lavoro manuale dà forma al pensiero». L’abbigliamento, fanno notare dallo Studio, è stato sviluppato con il supporto di GRASSI 10000, piattaforma che rivisita capi iconici provenienti dall’archivio di un’azienda di abbigliamento da lavoro, attiva dal 1925, e li utilizza come base di un format collaborativo con individui e aziende che condividono gli stessi valori culturali e sociali.

Ma, ecco, tranquilli, niente di dimesso che sa di grembiulino da travèt (ma ci sono ancora?) o di divisa stile rivoluzione maoista; piuttosto, sono capi elegantemente pragmatici, curati: a cominciare dal blu della giacca con le sue belle tasche, mini e maxi, dove infilare di tutto. Tocco di colore sono le immagini delle Earth Stations (rendering di progetti architettonici di De Lucchi & Co per il futuro, stampate all’interno della giacca) e sulle magliette (m/m e m/l). Ci sono poi anche delle borse per matita, squadra, compasso, laptop, nonché lo sgabello Bisonte che può essere tavolino o ciò che si crede più utile e, infine, la luce wireless Teda che si può smontare e comporre a piacere per illuminare secondo necessità.

A distinguere la collezione venduta direttamente da AMDL Circle (lo studio De Lucchi) da quella (identica in tutto) che viene invece veicolata esclusivamente nei  negozi dell’associazione Histores sono alcuni dettagli: gialli per AMDL e blu per Histores. Ovviamente tutto è made in Italy, dai materiali alla confezione.