Style

Gucci Epilogue, la diretta streaming che ha svelato i look della collezione

di Annalisa Testa - 17 Luglio 2020

Una speciale diretta streaming, i designer come modelli, il backstage che mette in discussione le fondamenta della moda così come l’abbiamo sempre vista. Alessandro Michele scrive nuove regole, e una nuova storia che inizia con un esperimento.

Una voluta imperfezione, un soffio di vento che svela quello che si nasconde. Una favola in tre tempi vuole produrre un’istanza interrogativa sulle regole, i ruoli e le funzioni che fanno vivere il mondo della moda. Un atto dissacrante che profana un mito. Alessandro Michele la chiama Epilogo. Epilogo della moda in tre atti che svelano ciò che di solito si tende a nascondere. Un confronto diretto tra apparenza e realtà, tra sogno e finzione. E lo stilista se ne sta quasi in disparte a vedere un po' ciò che accade, a vedere un po' come va il suo esperimento. 

Un video di dodici ore, presa diretta di quelli che sono i meccanismi di costruzione di una campagna pubblicitaria. «Gli abiti sono indossati da chi li ha costruiti. I designer, con cui ogni giorno condivido lo stordimento della creazione, diventano interpreti di una nuova storia. Si impossessano della poesia che hanno contribuito a forgiare. Mettono in scena quello che abbiamo appassionatamente immaginato. Si tratta di un’operazione, in cui i ruoli, ancora una volta, si ribaltano», racconta Alessandro Michele.

È così che per una giornata intera lo spettatore ha potuto indagare, attraverso delle telecamere opportunamente predisposte, il processo attraverso cui l’ufficio stile ha incarnato la nuova campagna pubblicitaria di Gucci intrufolandosi indiscreto tra le stanze e i giardini di Palazzo Sacchetti a Roma.

Si è trattato insomma di un’indagine volutamente deformante: «un gioco squilibrato in cui ho cercato di smontare le impalcature, capovolgere i piani, spostare lo sguardo, mettere in tensione le grammatiche attraverso cui cerchiamo di nominare il mistero della bellezza. È stato per me un percorso necessario e ricolmo di amore. Un percorso che, nel suo farsi, ha depositato domande e smosso nuove intuizioni. In questo senso l’epilogo che oggi vi consegno somiglia molto a un preludio. Uno spartiacque che chiude e apre al tempo stesso, una soglia da cui ripartire per provare a immaginare il domani».

Credits:
Creative Director: Alessandro Michele
Art Director: Christopher Simmonds
Photographer: Mark Peckmezian
Hair Stylist: Paul Hanlon
Make Up: Thomas De Kluyver

Vedi anche

Style

Alessandro Squarzi firma la nuova capsule Tramarossa

L’arte del denim al suo massimo splendore: per Tramarossa, storico brand veneto di jeans sartoriali di lusso, Alessandro Squarzi ha disegnato una collezione di capi in denim che fondono ispirazioni giapponesi all’eccellenza Made in Italy.