Abbigliamento e accessori da uomo per una vacanza estrema


Montagna alternativa, alla scoperta dei pendii al di fuori delle piste battute. Ecco cosa serve per un weekend in quota

di Federico Fabbri

Tra gli effetti collaterali del global warming, l’imprevedibilità meteorologica è sicuramente quello con cui bisogna confrontarsi sempre più spesso. Basta un attimo per ritrovarsi in ottima compagnia nel bel mezzo di un weekend sotto zero, con abbondanti nevicate e attività sportive a fare da contorno. Anche a marzo inoltrato. Per quelli che la neve non è solo funivia e piste battute Courmayeur diventa luogo ideale anche per sperimentare attività altrenative.

Leggi anche: Neve fresca, le novità per lo snowboard.

Una ciaspolata nella neve fresca, per esempio, è il modo migliore per respirare a pieni polmoni le bellezze della Val Ferret, armati di racchette e al seguito di una guida esperta. Un’attività per molti legata solo alla storia di Zanna Bianca o del cane Balto, ma che qui diventa realtà, è lo sleddog. Compagno fidato è lo smartphone Huawei Mate 10 Pro. Grazie alla sua intelligenza artificiale, è in grado di riconoscere lo scenario inquadrato, selezionando la modalità di scatto ottimale per mettere in risalto il soggetto ripreso. La doppia fotocamera Leica non ha paragoni per definizione e messa a fuoco. La batteria, nonostante i parecchi gradi sotto zero, copre senza problemi intere giornate.

Leggi anche: Corsa contro il freddo, l'abbigliamento per correre d'inverno.

A queste temperature sono richiesti capi d’abbigliamento e accessori in grado di operare al meglio e garantirci un comfort adeguato. Dai guanti con trattamento idrorepellente e imbottitura hi-tech ai boots in gomma vulcanizzata, per una presa salda anche sul terreno ghiacciato.