5 posti dove trascorrere il ponte dell’Immacolata


Tre giorni per un assaggio di vacanza invernale prima delle feste natalizie. Cinque consigli su dove andare e cosa fare nel weekend del ponte dell’Immacolata

di Rita Bossi

In Olanda per la festa delle luci 
Tappa imperdibile Amsterdam per l'Amsterdam Light Festival - fino al 20 gennaio 2019 - dove i canali della città sono illuminati con opere dei migliori artisti locali e internazionali. Uno spettacolo unico da scoprire grazie a due itinerari: il Water Colors e l'Open air light walk, rispettivamente lungo i canali e a piedi. Ma non si svolge solo all'esterno: anche negozi, musei e bar si riempiono di luci e attirano al loro interno i turisti infreddoliti. Amsterdam è la città delle biciclette e per questo non poteva mancare un tour del festival dedicato ai biker con tanto di guida. Si parte da A-Bike Piazza Dam Rokin 105, ogni giorno alle ore 17 e alle 19.

In Toscana cena da re
Il Castello di Velona è un meraviglioso resort patrimonio UNESCO nel cuore della Val D'Orcia che in occasione del weekend dell’Immacolata, ha dedicato una speciale offerta alle Sunset Room, le uniche in Toscana ad avere una vasca in travertino collegata con la fonte di acqua vulcanica naturalmente calda, per godere dell'esperienza termale anche nella privacy della propria camera. Un'esperienza unica ed esclusiva che include anche l'ingresso alla OLISPA, l'esclusiva thermal spa con vasche calde collegate dall'interno verso l'esterno con vista sui vigneti e due massaggi top. Dulcis in fundo, se la prima sera di pernottamento si cena in hotel assaporando le grandi specialità della tradizione regionale toscana, la seconda è offerta dal resort.

Feste medievali in Catalunya
A 70 km da Barcellona, la città di Vic durante il ponte dell’Immacolata è fulcro di una delle feste medievali più rinomate della Catalunya: il Mercat medieval (6-10 dicembre). Per cinque giorni, passeggiando tra le bancarelle del centro storico, sembra di essere catapultati indietro nel tempo tra profumi di spezie, specialità locali e prodotti artigianali. Si possono assaporare le specialità culinarie della zona (panino con la butifarra, salsiccia catalana), e acquistare da portare a casa salami, fuet e formaggi gustosi. Non solo cibo, ma anche attività di intrattenimento: tiro con l’arco, spettacoli di falconeria, parate a cavallo. Immancabili le passeggiate per il centro storico dove si possono visitare taverne, botteghe di fabbri e falegnami al lavoro.

In Serbia alle terme 
I benefici di Vrnjacka Banja erano già noti alle tribù celtiche e i Romani vi costruirono il sanatorio “Aquae Orcinae”, dove i guerrieri di famose legioni provenienti dal Limes Danuvius amavano curarsi. Oggi è il più noto centro termale della Serbia centrale, a 200 chilometri a sud di Belgrado. Poco a ovest della passeggiata principale (il Bulevar Srpskih Ratnika) si incontra la famosa Villa Belimarković, residenza estiva del Generale Jovan Belimarković, oggi ospita un centro culturale e una galleria d’arte. Tutto intorno sentieri per passeggiare e piste ciclabili. Buon riposo all'Hotel Zepter in posizione strategica sulla Promenade con quattro suite da sogno. A disposizione degli ospiti anche due ristoranti (Zepter SmartLife e Sala dei cristalli) con gustosi piatti locali.

A Splügen-Tambo skipass gratis
E' considerato il comprensorio sciistico sicuro dal punto di vista dell'innevamento. Grazie alla sua ottima posizione, approfitta di una variabilità meteorologica che prevede l'alternanza di nevicate e periodi soleggiati. Il divertimento sulle piste di Splügen-Tambo al confine con la Valtellina, inizia a 1480 metri fino all'Alpetli a 2215 metri: 5 impianti e pista per snow-tubing. La cabinovia da 8 posti porta sul Tanatzhöhi, la stazione a monte dove si trova il ristorante Tambo-Vista con terrazza. Il 7, l’8 e il 9 dicembre skipass gratuito su tutte le piste! Per tutta la stagione invernale 2018/19 in caso di brutto tempo lo skipass per gli adulti costa quasi la metà. Se le previsioni meteo indicano brutto tempo è possibile acquistare a prezzo scontato fino alle 13.30 un giornaliero per il giorno seguente.