Viaggi

La Svizzera d’inverno: 6 cose da fare e vedere

di Rita Bossi - 7 gennaio 2019

Dai tour accompagnati da cani San Bernardo alle escursioni a cavallo, dalle discese notturne in slitta allo snowboard al surf. E sulla funivia più alta del mondo

Tempo di sci e avventure sulla neve in Svizzera. Tante le proposte, a metà tra sport e glam, con una serie di offerte innovative e idee curiose che attirano persino i più indolenti e meno avvezzi alla montagna. Una vacanza invernale ricca di una serie di esperienze: dal soggiorno in una Spa a delle lunghe sciate in quota, ai pernottamenti in romantici rifugi alle passeggiate in compagnia di cani San Bernardo, alla degustazione di specialità locali in piccoli villaggi alpini.

Escursioni con i San Bernardo sul Monte Rigi
E' una novità divertente e particolare che riporta alla luce quanto, più di un secolo fa, questi cani rappresentassero un valido aiuto per chi abitava in zona. Oggi accompagnano gli ospiti sui sentieri invernali e fino a marzo si potrà passeggiare in loro compagnia nel pomeriggio di mercoledì e sabato per 50 minuti. La partenza prevista è sempre da Rigi Kaltbad e si cammina lentamente seguendo il percorso fino a salire in vetta allo Chalet Schild per poi rifocillarsi scaldandosi con un punch o del vin brulè.

Cavalcata fiabesca nelle Franches Montagnes
Un'escursione a cavallo tra paesaggi innevati e godersi la calma e l'idillio invernali, su quasi 100 km di sentieri nella regione del Giura. Questo paesaggio ampio e selvaggio è la patria dei cavalli Freiberger, una razza docile adatta sia al lavoro che al divertimento che risale alla fine dell'Ottocento. In alternativa, l’area si può esplorare a piedi tra silenzi e bellezza.

In slitta sul Col de la Croix 
60 pezzi da assemblare, legno di frassino e 7 ore di lavoro sono il segreto di queste slitte artigianali realizzate dalla carpenteria Morerod. Si vedono sfrecciare sul Col de la Croix, chiuso per neve al traffico auto e moto, che unisce Villars a Les Diablerets: una discesa di 7,2 km con 4 tornanti attraverso un sentiero forestale che giunge in paese dopo aver superato  566 metri di dislivello. Mercoledì, venerdì e sabato si può provare la slitta anche di notte abbinando, se si vuole, una cena a base di fondue.

Fare surf a Crans Montana
Allenarsi d’inverno senza preoccuparsi delle condizioni climatiche, è possibile grazie a 5mila mq interamente dedicati agli sport d’azione. Aprirà nel comune di Lens, il centro sportivo Alaïa Chalet, il cui nome ricorda l’antesignano del surf usato alle Hawaii a inizio Novecento. Principianti, dilettanti e professionisti, potranno praticare skateboard, freeski, snowboard, bmx, moutainbike, ginnastica e persino il surf (sono garantite le condizioni ideali per cavalcare le onde come sull’oceano!). I surfisti di montagna potranno accedervi in determinati giorni e persino campeggiare in una zona con bungalow e dormitori, come vuole la vera vita del surfista. Nel campus ci saranno anche una Spa, un Surf Café e un Surf Shop.

Un trekking park unico al mondo
Sempre a Crans Montana, con 15 percorsi, 40 km e 8.000 metri di dislivello si potrà praticare in libertà lo sci alpinismo. Adatto ai principianti e agli esperti, l’impianto comprende in particolare tre percorsi per chi ha iniziato da poco a praticare sport sulla neve e “La X’treme” (la grande sfida) con 3.000 metri di dislivello e quattro salite.

A Zermatt, la nuova funivia Crystal Ride
L’impianto è stato progettato per Zermatt Bergbahnen e, con i suoi 3.821 metri di altezza è la più alta al mondo e anche la più lussuosa. E' di sicuro l’impianto più cool dell’anno! La funivia 3S (trifune) non solo collega la nuova stazione a valle sul Trockener Steg al Matthernon glacier paradise, la stazione a monte più alta d’Europa, ma le cabine sono spettacolari: sono 25 disegnate da Pininfarina, di cui cinque tempestate di brillanti Swarovski. Dotate di 28 poltrone in pelle, aria condizionata e pavimento panoramico polarizzato che a 170 metri di altezza da terra diventa trasparente.

Vedi anche