Viaggi

Cin cin a Milano: 6 locali di tendenza dove brindare al Nuovo Anno

di Rita Bossi - 23 Dicembre 2019

Concedersi un drink con gli amici durante le feste d’inizio anno nel capoluogo meneghino: ecco sei posti originali da provare assolutamente

Milano è la città che non dorme mai, sempre in pieno fermento e che sorprende ogni giorno. Molti i locali di tendenza che fanno a gara per specializzarsi e offrire sempre qualcosa di diverso, inaspettato, unico. Tra quelli alla moda ne abbiamo selezionati sei che regalano particolari esperienze emotive. Ecco i bar di Milano dove brindare al Capodanno o bere un drink durante le feste natalizie.

Bar Basso: qui è nato il Negroni Sbagliato

A metà tra un salotto borghese e uno chalet, il Bar Basso è il bar di Milano preferito dai designer. Qui si possono provare più di 500 cocktail.

Con mezzo secolo e più, ricco di storie, cocktail ed errori geniali, come quell’invenzione involontariamente entrata nella storia dei drink, il Negroni sbagliato, che nacque proprio qui nel 1968, quando lo storico proprietario e capo barman Mirko Stocchetto, per vent'anni barman del Posta di Cortina – dove preparava drink per Hemingway, Clara Agnelli e i Brion -, tra gli altri usò per sbaglio lo spumante al posto del gin. Lo servono con un unico blocco di ghiaccio oversize e una fettina d’arancio in bicchieroni giganteschi alti 31 centimetri, disegnati dallo stesso Stocchetto e prodotti su misura da un’azienda veneziana. 

Al Madison, il cocktail del tifoso

E’ l’esempio perfetto di quello che è il nuovo “bar sport all’epoca delle pay Tv ” ovvero un locale trendy dove oltre a bere cocktail eccezionali e mangiare – ampio e selezionato buffet - , si può assistere alle partite di calcio. 

E' un locale urban-chic, in zona Porta Romana, nato nel 2013, grazie all’inventiva di tre giovani imprenditori milanesi, con esperienze in settori diversi ma accomunati da una passione: la volontà di creare a Milano un concetto nuovo, uno spazio ospitale e di tendenza con un gusto tutto italiano. 

Qui si preparano drink studiati nei minimi particolari da barman abili e di comprovata esperienza. Il plus?  Il cocktail del tifoso Chivas Sour, per brindare con gli amici in un ambiente smart e familiare. La proposta è in continua evoluzione e ogni stagione sono proposti 4 seasonal drink. Vasta, la scelta di birre (una su tutte asahi alla spina) e di vini sia alla mescita sia in bottiglia.

Drink green da Particolare

Si trova in via Tiraboschi 5, zona Porta Romana, questo locale dall’atmosfera easy living e la formula metropolitana all’insegna della libertà: si può pranzare, cenare oppure fare solo un aperitivo o una pausa cocktail. 

In cucina lo chef Andrea Cutillo, maître e sommelier è Luca Beretta, socio e manager nell'hôtellerie Mino Traversi. Al bancone dei drink la barlady Anna Ardò, pugliese ma dal cuore cosmopolita, che ha pensato una drink list con 12 proposte, ondeggiando tra ricette classiche rivisitate e signature personali. 

Da aggiungere che l’aperitivo propone alcune preparazioni che derivano dal menu del giorno, per evitare appunto inutili sprechi.

Arte, musica e buon bere al RAL Cocktail Bar 

Non è un classico cocktail bar. Potremmo definirlo un “concept bar” (in via Corsico 3) ovvero un luogo che, oltre a compiacere le papille gustative, soddisfa il desiderio di ricerca di un pubblico estemporaneo, dalla mattina fino a sera tardi. 

Una location (sede di Radio RAHEEM, la radio del quartiere) che ricorda il fascino di alcuni locali che si incontrano nelle capitali europee, dove godere del relax di un posto informale e friendly, gustare un mix di beverage, musica e arte. 

Oltre al drink classico, tra i must della cocktail list si trovano i grandi classici rivisitati, come il Moscow Mule con l’aggiunta di ginger beer autoprodotta; fiore all’occhiello della drink list, il Bitter and Twisted, un mix di Gin, Campari, pompelmo rosa e passion fruit. 

Aperitivo in terrazza da Ceresio 7  

Un luogo glamour, in zona Monumentale-Sarpi, dove si beve un cocktail a bordo piscina di fronte ai grattacieli di Porta Nuova. Si può prenotare il lunch sui tavolini in terrazza, e alla serata un aperitivo in compagnia di amici per poi finire con un dopo cena all'American Bar guidato da Guglielmo Miriello

Nella Cocktail List è possibile trovare sempre i grandi classici firmati Ceresio7 e una selezione di nuove proposte in linea con la stagione. Nella carta autunno-inverno tra gli ever green: Negroni Vintage, Italian Beauty e il Bloody Mary con aria di sedano (una schiuma di sedano evanescente); tra le novità Brooklyn Reloaded e Yellow Bird.

Per chi preferisce bere analcolico, ci sono i cocktail alcol free chiamati ironicamente “no hangover drinks”, come il Lilikoi, un cocktail che mixa i sapori della frutta esotica, con note acide e note speziate dello zafferano e le proprietà benefiche dell’Aloe Vera e del tè nero al bergamotto.

Festa glam al Just Cavalli Restaurant & Club 

Tempio storico della movida milanese, è un'esclusiva location firmata dallo stilista Roberto Cavalli e ritrovo per eccellenza del mondo della moda, dello sport e dello spettacolo, punto di riferimento per la città e per gli eventi internazionali. 

Alla base della Torre Branca progettata da Gio’ Ponti, è l'ideale per un aperitivo, una cena o una serata in discoteca,  e propone una cucina di qualità con un menu a la carte ricco di specialità internazionali.   

I signature cocktail sono ad alto tasso creativo, come Dragon Heart, a base di Ginarte, Lavender Syrup, Dragon Fruit, Lime, Sugar, Grenadine Syrup, o Pina Mule, a base di Cavalli Vodka, Pineapple Shrub, Lime, Grenadine Syrup, Ginger Beer, o Moscow Mule a base di Vodka Cavalli, lime Juice, Ginger Ale.

Vedi anche