Eventi

Capodanno a New York: cosa fare, dove mangiare e dove dormire

di Alessandra Mattanza - 11 Novembre 2019

Il Capodanno a New York è una delle esperienze più emozionanti che si possano provare. Ecco cosa fare, dove mangiare e dove dormire. Anche nei giorni di Natale

Passare Natale e Capodanno a New York è un’esperienza indimenticabile, tra tantissime luci e addobbi natalizi, musica e mercatini. Le migliori decorazioni natalizie si scoprono lungo Fifth Avenue partendo da Central Park, e E 60th St, presso lo storico albergo The Plaza, che ora è divenuto molto turistico, con un centro culinario e gastronomico al piano inferiore, e percorrendo questa famosa via fino a Washington Square Park, a West Village e dove c’è anche l’università NYU.

Al principio vi si trova perfino il celebre negozio di Tiffany, dove si fermava Audrey Hepburn per Breakfast at Tiffany’s. Quando si arriva nel quartiere di West Village, invece, vale la pena andare a Bleecker Street, per scoprire le boutique di grandi designer come ancora piccole botteghe artigianali, oltre the tanta atmosfera.

Inoltre i newyorchesi amano le feste e le scoprirete in diversi locali e ristoranti per tutto il periodo, a cominciare già dalla metà di novembre, in particolare nel Meatpacking District, che è il quartiere 24 ore della Grande Mela, con tantissimi locali e ristoranti e il vivacissimo mercato Chelsea Market, e dove si trova anche la famosa The High Line. E’ il parco più recente della città, ricavato lungo i binari di una vecchia ferrovia, su cui si affacciano alcuni degli edifici architettonici più nuovi, come l’IAC Building e il recente complesso Hudson Yards, e tanti musei, con vista sul fiume Hudson, come il Whitney Museum of American Art di Renzo Piano.

Albero di Natale e le vetrine più belle di New York

L’albero di Natale più famoso, e più tradizionale, è quello del Rockefeller Center, su Fifth Ave, con acclusa la famosa pista di pattinaggio sul ghiaccio, che è comparsa in moltissimi film. La cerimonia di accensione delle luci, e il relativo gala, è sempre la prima settimana di dicembre (il 4 dicembre), mentre l’albero viene smantellato la prima settimana di gennaio. I newyorchesi vanno spesso a vedere ogni anno lo spettacolo delle famose ballerine Rockettes a Radio City Hall.

Nel periodo di Capodanno, a New York, le vetrine di Natale più belle da vedere sono quelle dei grandi magazzini tradizionali, come Saks 5th Avenue, che organizza un vero show di luci e musica, Bergdorf Goodman, sempre su Fifth Ave, quelle di Bloomingdale’s su Lexington Ave, e quelle di Macy’s.

I mercatini di Natale della Grande Mela

Il mercatino di Natale più popolare, amato da tanti newyorchesi, è quello del Winter Village di Bryant Park (dal 31 ottobre 2019 al 5 gennaio 2020, aperto dalle 8 alle 22). Vi si trova una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio e un gigantesco albero di Natale.  

Un mercatino tradizionale è l’Union Square Holiday Market (dal 21 novembre al 24 dicembre 2019), con tante bancarelle anche di artisti e di artigiani.

Il Grand Central Terminal Holiday Fair (dal 18 novembre al 24 dicembre 2019) è un mercatino all’interno della storica stazione con tanti accessori e abbigliamento, oltre che oggettistica natalizia, di artigiani e designer.

Il Columbus Circle Holiday Market (dal 4 al 24 dicembre 2019), davanti a Central Park, ha diverse bancarelle e vi si serve il famoso vino speziato caldo, Glühwein, allo stand tedesco. Questo mercatino si trova di fronte a un bellissimo centro commerciale, il Time Warner Center. Oltre che diversi ristoranti e locali, come gli eleganti Per Se e Momofuku, il ristorante e bar alla moda The Aviary NYC del Mandarin Oriental Hotel, che vanta magici cocktail di mixologist, e Jazz at Lincoln Center, al piano inferiore si trova perfino un vasto Whole Foods Market, il supermercato organic prediletto pure da tante celebrities, ideale per provare ottima gastronomia o scovare perfino prodotti di bellezza e cosmesi naturali, come una variegata scelta di Vitamine o regali dallo spirito green. Se amate pattinare sul ghiaccio un altro posto davvero amato dai locali è il Wollman Rink, dove si sono girate anche molte scene di film, tra cui il romanticissimo Serendipity con John Cusack e Kate Beckinsale.

Capodanno a New York, cosa fare

La festa di Capodanno a New York più nota è quella a Times Square, con concerti, musica e il rito Balldrop, lo scendere della sfera storica negli ultimi secondi prima di mezzanotte.

Per avere una posizione vicino al palco bisogna arrivare a prendere il posto fin dalle prime ore del mattino, per godersi la vista della grande festa da un locale alla moda si può prenotare al Marriot Marquis (da 500 dollari), al Hyatt Centric Times Square (da 999 dollari), nell’esclusiva penthouse di The Premier Hotel New York (da 1.149 dollari).

O altri locali non distanti e molto “in” sono Tao Uptown (da 149 dollari) o The Gallery al Dream Hotel NYC (da 139 dollari).

Una bella cena è quella di Cipriani NYC (da 130 dollari) o del ristorante Zuma (da 109 dollari).

Un’altra esperienza presso Times Square è di esplorare i locali e ristoranti dell’attiguo quartiere di Hell’s Kitchen che sono numerosissimi, specialmente lungo la W 46th St., dove si trovano prezzi “per tutte le tasche” e gastronomia di tutti i paesi del mondo. L’atmosfera è altrettanto vivacissima.

Per gli sportivi un’alternativa è di andare a Central Park alla fontana Bethesda Fountain, per ammirare alcuni fuochi d’artificio. E, allo scoccare della mezzanotte, parte la Emerald Nuts Midnight Run, una corsa notturna nel parco, a cui ci si può partecipare, una sorta di “piccola maratona”.

Un’alternativa romantica, anche se turistica, è la Crociera di Capodanno.

LEGGI ANCHE - Capodanno a Parigi: cosa fare, dove mangiare e dormire

Dove mangiare nelle feste natalizie a New York

Ci sono alcuni ristoranti a New York che sono iconici e dove vale la pena andare, sempre pieni, amati e popolari sia tra gli uomini d’affari, che tra molti creativi e celebrity del mondo del cinema e del teatro, come stilisti e pubblicitari. Per scoprire la Manhattan della scena modaiola e glamour, oltre che quella turistica. E per il periodo delle feste natalizie hanno un’atmosfera ancora più bella.

Balthazar è una brasserie da sempre molto amata dai newyorchesi, con anche un bar molto vivace ogni sera. E’ ideale sia per un brunch, che per il pranzo e la cena.

Daniel è da sempre un “classico”. E’ il ristorante francese del famoso Chef Daniel Boulud, elegante e con gastronomia raffinata.

Delmonico’s è una classica steakhouse dal 1837, presso Wall Street, dove si servono eccellenti bistecche.

Del Posto è il locale di Joseph e Lidia Bastianich e serve la loro rinomata gastronomia. Anche gli interni sono spettacolari, una sorta di elegante tempio da gourmet.

Gramercy Tavern è uno dei posti prediletti dai newyorchesi per una cena romantica, ma vi si incontrano anche diversi imprenditori e uomini d’affari al bar. La cucina è americana contemporanea. E’ il locale di Danny Meyer al quartiere Flatiron.

Katz’s Delicatessen è un deli che serve mitici sandwich e salsicce dal 1888. E’ lo stesso delle scena di orgasmo simulato da Meg Ryan nel film Harry, ti presento Sally.

Minetta Tavern è un ristorante francese con un flair da bistro e un vintage decor rivisitato in chiave più moderna.

Serendipity 3 non è solo il locale dove si è svolto anche il film “Serendipity”, ma è un’istituzione a Manhattan dal 1954. Le sue cioccolate sono magiche, ma si servono anche piatti di buona gastronomia internazionale.

Tavern On the Green è un ristorante americano iconico a New York, mantiene quel suo fascino anche se è stato restaurato in uno stile più moderno.

The Polo Bar è uno dei ristoranti più recenti, aperto negli scorsi anni. Creato da Ralph Lauren serve piatti di cucina internazionale e americana e vanta arredi ricercati.

Capodanno a New York: dove dormire

I turisti dormono negli hotel, ma i newyorchesi amano frequentarne alcuni regolarmente, per i loro bar e ristoranti. Abbiamo indicato quelli più confortevoli, per la qualità delle camere e il servizio, e anche più alla moda.

Four Seasons NY Downtown

Questo albergo di lusso, prediletto da tanti imprenditori e uomini d’affari, organizza sempre dei pacchetti speciali per le feste. Il suo ambiente è minimalista e le camere hanno tutte le dimensioni di una suite, con vista sulla nuova New York, e sulla Freedom Tower, a pochi passi dal quartiere di TriBeCa, dove si possono anche scoprire diversi ristoranti e locali. Spettacolare è poi la piscina con il centro sportivo attiguo e la spa, frequentata anche dai locali. E’ un’oasi urbana che offre spesso esperienze per tutti i sensi, ospitando guru del settore. Al momento Michelle Pirret, una “alchimista sonica” internazionale. Il pacchetto “Martinis and Mistletoe”, oltre al pernottamento, offre un’esperienza VIP Shopping al centro commerciale di lusso Brookfield Place and Westfield World Trade Center, un accesso Priority / VIP all’One World Observatory, il nuovo punto panoramico della City, un Pacchetto Pattinaggio VIP Veuve Clicquot al Winterland Rink a The Rooftop at Pier 17 e una cena per due al ristorante interno all’albergo, CUT. E’ del famoso chef Wolfgang Puck e ha menù unici per il Giorno del Ringraziamento (28 novembre), Natale e Capodanno. 

Gansevoort Meatpacking

Ha una vista panoramica sul fiume Hudson River e sulle luci della nuova New York, con camere spaziose e con design eclettico e moderno. E’ noto anche per la sua animata vita notturna, grazie ai suoi locali, come la brasserie francese The Chester, e il suo bar sul tetto, con piscina, ideale per vedere il tramonto e dove si fa anche una bella festa di Capodanno. Nella lobby si trovano un tavolo da biliardo e un altro bar.

I Moxy Hotel

Sono boutique hotel di lusso e di design, con diverse zone di intrattenimento e locali alla moda. Mirano a essere un centro della comunità locale creativa, oltre che un punto di riferimento per turisti avventurosi e hip. Ci sono stanze delle dimensioni di suite, camere più piccole, ma molto funzionali e sempre in stile, altre con addirittura letti a castello, pur sempre trendy.

Il Moxy NYC Hotel Times Square è originale e creativo, con un bar glamour all’ultimo piano, una brasserie vivace ogni sera e tecnologia all’avanguardia.

Il Moxy NYC Downtown ha una vasta area con giochi per adulti e una zona lounge che è uno spazio co-working di giorno e diviene un cocktail bar di sera, dove si fa festa fino alle prime ore del mattino, alla musica di un dj o di talenti locali con musica live dal mercoledì al sabato. Vanta addirittura un campo da basketball, dove a volte si organizzano eventi, da quelli corporate al karaoke.

Il Moxy NYC Chelsea ha lo spirito di una “giungla urbana” di design e divertimento, con un ambiente ispirato da temi botanici e floreali e dal romanticismo italiano. Non a caso: si trova nel cosiddetto The Flower District, il quartiere dei fiori, con diversi negozi di fioristi. I locali sono del TAO Group e di Francesco Panella, con il ristorante italiano Feroce. Lo spettacolare bar sul tetto con arredi eclettici, che comprendono pure una veranda con affreschi e uno spazio per un nuovo gioco delle bocce, ma originale, ideato per il Moxy. Talvolta si organizzano perfino classi di reiki e di meditazione. Nell’hotel si trovano spesso anche imprenditori high tech e tanti locali vi vengon perfino a lavorare durante il giorno.

Il Moxy NYC East Village ha un’anima cool e si trova nel quartiere dell’East Village che vanta molti bar e nightclub aperti fino all’alba. Si dice sia il migliore per la vita notturna al momento e ideale, quindi, anche per passare un Capodanno indimenticabile. Per uno shopping alternativo si può invece andare lungo la via St. Marks Place che ha ancora diversi negozi dallo spirito punk e rock. Stupendo è il ristorante mediterraneo-francese.

The Pierre

A The Pierre, A Taj Hotel, si scopre ancora la vecchia New York, con camera con un arredo tradizionale che sposa il comfort moderno a qualche suggestione orientale. The Rotunda, con i suoi meravigliosi affreschi, dove si servono anche menù pomeridiani e serali, ispirati da gourmet, è considerato uno degli spazi più belli di tutta New York.  Al ristorante Perrine si servono pietanze stagionali, mentre al locale Two E Bar & Lounge si celebra il rito del tè pomeridiano, con Champagne e stuzzichini.

Per l’autunno esiste una promozione speciale all’hotel: se si prenotano due notti, la terza è gratis. Fino al 5 di gennaio c’è poi un pacchetto in collaborazione con The Nutcracker, il balletto dello Schiaccianoci con il New York City Ballet.

The Roxy Hotel Tribeca

Questo albergo è un’esperienza nel divertimento pure della City. Le stanze si ispirano all’arte deco e alle origini industriali del quartiere di Tribeca, tra l’altro da sempre il prediletto da tante star come Robert De Niro, che qui ha investito fin al principio e che vanta diversi ristoranti come il Tribeca Grill, Nobu e Locanda Verde. Nella lobby di The Roxy Hotel si sviluppano diversi locali, come il Roxy Bar, con cocktail e musica dal vivo, The Oyster Bar, con ostriche fresche, The Django, un jazz bar che si ispira a Hemingway e a Parigi, e addirittura il Roxy Cinema, specializzato in film stranieri e indipendenti. E poi c’è il Paul’s Cocktail Lounge, il club del famoso dj Paul Sevigny, il fratello dell’attrice Chloe Sevigny, dove si servono cocktail di mixologist e si balla fino al mattino. Esiste perfino un posto per il rito del caffè d’eccezione di Jack Mazzola, con pure dolci vegan: il Jack’s Stir Brew Coffee.

Come arrivare a New York

Tra le compagnie aree migliori per raggiungere New York ci sono Delta Airlines, Air France, Alitalia, Emirates. Tra le compagnie low cost, Norwegian Airlines offre voli comodi ed economici.

Vedi anche